Completamento lavori al Parco Dora, Appendino: "Restituiamo ai torinesi una parte di città dimenticata per anni"

Un parco di ispirazione tedesca

I cantiere nel lotto Valdocco di Parco Dora

Partiranno in estate i lavori per la sistemazione dell'ultimo lotto di Parco Dora, il Valdocco B, e dureranno circa un anno. Un intervento che riguarda, nello specifico, la sistemazione dell'area rimasta incompiuta, delimitata da corso Mortara, via Livorno, corso Principe Oddone e la Dora e per il cui completamento, nell'ambito del progetto AxTo, la Città ha partecipato con un finanziamento di 3 milioni e 700mila euro.

"Con questo intervento - ha dichiarato soddisfatta la sindaca Chiara Appendino - restituiamo ai torinesi una parte importante di città che per anni è stata dimenticata". 

Collinetta e pista ciclabile

L'opera di riqualificazione prevede che verso il corso Principe Oddone sorgerà una collinetta belvedere di circa 4 metri che offrirà punti di osservazione panoramici sulla Basilica di Superga, il fiume e le Alpi, sviluppando il parco su due livelli dotati di rampe e gradini di accesso, oltre alla realizzazione di un corridoio verde di collegamento tra le due sponde della Dora, la risistemazione dell'area giochi già presente nel lotto, sulla sponda destra, e di una pista ciclabile lungo il fiume, da via Livorno a corso Principe Oddone. Verranno in questo modo riutilizzate sul posto, evitando lo spostamento e il conseguente sollevamento di polveri nell'aria, le montagne di terra ricavate dallo scavo del passante ferroviario e di alcuni lotti di Spina 3.

appendino_parco dora-2

Un parco di ispirazione tedesca

Oltre alla piantumazione di 300 nuovi alberi nel parco e lungo l'asse di corso Mortara, verranno poi realizzati percorsi interni, con connotazioni differenti a seconda della pavimentazione utilizzata, coordinati con la nuova segnaletica prevista dal progetto Iron Valley: il parco culturale a cielo aperto della Torino industriale che racconterà il passato e il presente di Parco Dora e il cui allestimento è stato appena approvato dalla Giunta comunale. Un progetto quello di Parco Dora, a cura del paesaggista tedesco Peter Latz, che si ispira ai parchi della Ruhr in Germania, sorti su distretti ex industriali con l'obiettivo di trasformare la superficie in area verde, senza però cancellare le tracce del passato. 

Per ciò che riguarda gli interventi su corso Mortara, il cui tracciato sarà rivisto per dare la possibilità di accedere ai parcheggi fronte Snos, i lavori verranno portati a termine nei mesi di luglio e agosto, approfittando della calma estiva, per arrecare il meno possibile, disagi al traffico in una zona ultimamente molto congestionata. 

Potrebbe interessarti

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

  • Il Farò di San Giovanni, speriamo che la pira caschi dalla parte giusta!

  • Il gelato secondo i torinesi: dibattito aperto alla ricerca della gelateria preferita

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Il destino è stato più veloce di Luigi, che era appena diventato papà di una bambina

  • Morto in casa da giorni, i suoi cani sbranano il corpo

  • Tragedia nel cortile: bimba piccola investita dall'auto della mamma, morta

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

  • Meteo: addio ai temporali, arriva il super caldo

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

Torna su
TorinoToday è in caricamento