Torino-Lione, il sì di Conte: "L'opera si farà: non realizzarla costerebbe di più che completarla"

Il presidente del Consiglio si è espresso in una diretta su Facebook

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Giuseppe Conte ha detto sì all'alta velocità. La linea Torino-Lione si farà: il presidente del Consiglio lo ha annunciato, martedì 23 luglio, in un video in diretta su Facebook: "Non realizzare la Tav costerebbe molto più che farla - ha detto il premier -. La decisione di non fare l'opera ci esporrebbe a tutti i costi derivanti dalla rottura dell'accordo con la Francia. Questa è la decisione del Governo ferma restando la piena autorità e autonomia del Parlamento".

Conte ha rotto dunque gli indugi, spiegando la posizione del Governo italiano che come era nell'aria, è favorevole all'opera: "Rappresento un governo appoggiato da due forze politiche che sul punto la pensano in maniera opposta. In gioco ci sono tanti soldi, che sono vostri - ha detto rivolgendosi ai cittadini -, e vanno gestiti con la massima attenzione. Vanno gestiti come farebbe un buon padre di famiglia". 

Conte prosegue: "Nel frattempo sono pervenuti dei fatti nuovi, elementi da tener conto nella risposta che entro venerdì 26 luglio dobbiamo dare" all'Europa. L'Ue si è detta disponibile ad aumentare lo stanziamento dal 40% al 55%, questo ridurrebbe i costi" che l'Italia deve destinare al progetto Tav, determinando un notevole risparmio". 

E arrivano le prime reazioni dal mondo politico piemontese e torinese. A commentare le parole del presidente del Consiglio, il Governatore del Piemonte Alberto Cirio: "Finalmente dal premier Conte parole chiare e di apertura sulla Tav che confermano la posizione che la Regione Piemonte ha da sempre sull’opera. Queste erano le dichiarazioni che attendevamo da tempo. Ringrazio il vice premier Matteo Salvini - ha aggiunto - per essere riuscito a far superare le resistenze avute finora all’interno del Governo. E ora si proceda con la formalizzazione all’Europa di questa posizione e si vada avanti con i cantieri. Il Piemonte non può più aspettare".

"Grande giornata per Torino e per l'Italia - ha dichiarato su Facebook, Stefano Lo Russo, capogruppo del Pd in Comune -: Appendino, il M5S e i nemici dello sviluppo della Città hanno perso. Bene così. Adesso avanti con gli altri progetti infrastrutturali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così anche Davide Gariglio, deputato Pd torinese: "GiuseppeConte annuncia che la Tav si realizzerà perché non farla costerebbe di più - scrive sui social -. Esattamente quello che sapevamo un anno fa e che DaniloToninelli, Luigi Di Maio e il M5S hanno sempre negato facendo perdere tempo e denaro. Dopo 18 anni che sostengo la realizzazione del Tav una grande soddisfazione‬. Un pensiero affettuoso ai No Tav".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Colto da raptus, devasta il dehor del bar con un bastone: panico tra i turisti

  • Il coronavirus si porta via il mago della scientifica a soli 60 anni: polizia in lutto

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

  • Mezzi pubblici: quattro ore di sciopero in arrivo, disagi per gli utenti

Torna su
TorinoToday è in caricamento