Metro e trasporti, in arrivo 223 milioni dal Ministero delle Infrastrutture

Per il prolungamento verso Rivoli e l'acquisto di nuovi tram

In arrivo 223 milioni dal Governo per il prolungamento della metropolitana verso il comune di Rivoli e per l'acquisto di nuovi tram. La Giunta Comunale ha appena approvato la convenzione tra la Città e il Ministero delle Infrastrutture che prevede l'erogazione del contributo, tra il 2019 e il 2025. 

Prolungamento verso Rivoli entro il 2023

Per la realizzazione del tratto della metro che andrà da Collegno Centro a Cascine Vica, lungo circa 2 chilometri sono destinati 148 milioni che serviranno anche per la costruzione di un parcheggio di interscambio sotterraneo su tre livelli, collocato al di sotto di piazza Togliatti, in prossimità del capolinea. I restanti 75 milioni verranno utilizzati per l’acquisto di 30 tram monodirezionali di lunghezza compresa tra i 25 e i 28 metri a pavimento totalmente ribassato idonei a circolare sulla rete cittadina che potranno accogliere anche 2 passeggeri in carrozzella. Il programma operativo degli investimenti, concordato con il Ministero, prevede l’ultimazione del prolungamento ovest della Linea 1 nell’estate del 2023 e la fornitura di 30 nuovi tram fra il 2021 e il 2022.

Nuovi treni

A proposito di trasporti, via libera anche allo schema di convenzione con la Società InfraTO per la gestione del contributo statale di 14 milioni di euro destinato all’acquisto di due nuovi treni Val per la tratta Collegno – Cascine Vica, di cui è prevista la fornitura nel 2021. La Giunta comunale ha inoltre approvato due importanti delibere propedeutiche alla realizzazione della sistemazione superficiale dell’ultimo tratto del Passante Ferroviario di Torino, compreso tra via Breglio e corso Grosseto. In particolare sono state approvate le modalità di erogazione del contributo ministeriale di 10 milioni di Euro destinato alla realizzazione delle opere e che sarà modulato in base all’avanzamento dei lavori.

A breve tale convenzione verrà sottoscritta fra la Città e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e si potrà così procedere alla indizione della gara di appalto, in modo da dare concreto inizio ai lavori, presumibilmente nei primi mesi del 2020. Contestualmente, è stata avallata anche la convenzione per regolare i rapporti fra la Città e l’ANAS, concessionaria del tratto autostradale Torino-Caselle, che sarà coinvolto dai lavori in corrispondenza di corso Grosseto, dove è prevista la modifica dello svincolo esistente.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • Funghi, come raccoglierli in sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

Torna su
TorinoToday è in caricamento