Elezioni, Bragantini chiede il riconteggio alle Vallette

Soltanto 159 voti in meno rispetto ad Augusta Montaruli

Paola Bragantini ha chiesto il riconteggio dei voti. Nel Collegio delle Vallette dove l'esponente di centrodestra Augusta Montaruli (FdI) si ė imposta per soli 159 voti - un margine che potrebbe davvero essere rimesso in discussione - l'atmosfera è tutt'altro che tranquilla.

Oltre 3800 schede nulle 

Sarebbero circa 3850 le schede elettorali ritenute non valide dagli scrutatori impiegati al seggio: dato che farebbe sperare la Bragantini che ha deciso di avvalersi del supporto dell'avvocato Vittorio Barosio, lo stesso che negli anni si è occupato delle vicende legali del Pd, salvando Sergio Chiamparino dal famoso caso delle firme false.

L'avvocato Barosio chiederà di accedere agli atti ufficiali del seggio per verificare che i conteggi delle schede corrispondano effettivamente al dato finale. Sarà poi il Parlamento, se interpellato dagli avvocati, e non il Tar, a rivalutare l'esito del seggio. Ma potrebbero volerci mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento