Elezioni, Bragantini chiede il riconteggio alle Vallette

Soltanto 159 voti in meno rispetto ad Augusta Montaruli

Paola Bragantini ha chiesto il riconteggio dei voti. Nel Collegio delle Vallette dove l'esponente di centrodestra Augusta Montaruli (FdI) si ė imposta per soli 159 voti - un margine che potrebbe davvero essere rimesso in discussione - l'atmosfera è tutt'altro che tranquilla.

Oltre 3800 schede nulle 

Sarebbero circa 3850 le schede elettorali ritenute non valide dagli scrutatori impiegati al seggio: dato che farebbe sperare la Bragantini che ha deciso di avvalersi del supporto dell'avvocato Vittorio Barosio, lo stesso che negli anni si è occupato delle vicende legali del Pd, salvando Sergio Chiamparino dal famoso caso delle firme false.

L'avvocato Barosio chiederà di accedere agli atti ufficiali del seggio per verificare che i conteggi delle schede corrispondano effettivamente al dato finale. Sarà poi il Parlamento, se interpellato dagli avvocati, e non il Tar, a rivalutare l'esito del seggio. Ma potrebbero volerci mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno nella notte: bruciano cataste di carta nella ditta, le ceneri volano sui balconi

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento