Debacle Pd, Chiamparino: "Per vincere bisogna essere uniti"

I commenti degli esponenti dem dopo le elezioni

Sergio Chiamparino

Arrivano i commenti a caldo, dagli esponenti democratici, sull'esito delle elezioni del 4 marzo. La clamorosa debacle del Pd e l'affermazione del centrodestra e del M5S sul territorio nazionale, hanno lasciato l'amaro in bocca ma consolano i risultati positivi a livello locale. 

Sergio Chiamparino 

Il presidente della Regione Sergio Chiamparino commenta la situazione nel torinese: " La nostra è una sconfitta sul piano nazionale e in tutto il Piemonte. A Torino è evidente che se il centrosinistra fosse stato unito forse non avremmo perso in alcuni collegi". Sottolinea gli errori del Pd ma nello stesso tempo, mette in guardia gli avversari ai quali dispensa anche qualche consiglio:

"Al posto di quegli esponenti del centro destra che hanno già le bottiglie in fresco da stappare alle prossime regionali - osserva ancora il governatore - la prenderei con una certa calma: ogni elezione ha la sua storia, un anno è lungo e possono succedere molte cose, sia a livello locale che nazionale. Nel 2001 fui eletto sindaco a Torino quando Berlusconi trionfava in tutta Italia”.

Piero Fassino 

A commentare l'esito elettorale anche l'ex sindaco Fassino, eletto per la Camera nel collegio di Ferrara: "L’esito del voto è chiaro e non può vederci soddisfatti. Come Pd dovremo interrogarci su molte cose - scrive su Facebook-, ma dobbiamo anche essere orgogliosi del lavoro fatto in questi anni... E proprio per questo dobbiamo chiederci che cosa ha impedito di riconoscere la nostra fatica. Bisogna ripartire da qui, senza lacerazioni e cercando di capire insieme quanto accaduto". 

Mimmo Carretta 

Anche il segretario metropolitano del Pd, Mimmo Carretta, non si nasconde e ammette la disfatta del partito: "Partiamo dai numeri. A livello nazionale la sconfitta del Partito Democratico è da considerarsi epocale. È andata peggio di ogni previsione. Al contrario, il dato che registriamo qua a Torino ci vede il primo partito della città". Carretta sottolinea poi un aspetto positivo: il ritorno del partito nelle strade e nelle piazze e un bel lavoro e un grande entusiasmo da parte dei militanti: "Adesso abbiamo un villaggio di Asterix da cui ripartire. Con fiducia e la voglia di fare che ci ha contraddistinti in questi mesi e i risultati si sono visti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno nella notte: bruciano cataste di carta nella ditta, le ceneri volano sui balconi

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento