M5S, Corfiati escluso dalle liste: "Sono vittima di illazioni"

L'attivista grillino replica su Facebook

E' ancora mistero sull'esclusione di Mario Corfiati del Movimento Cinque Stelle, dalla lista dei candidati al Parlamento per le elezioni del 4 marzo. Dagli ambienti nazionali del M5S, giunge voce di un depennamento dell'attivista per "danno di immagine", senza diffusione di particolari anche se gli oggetti incriminati sarebbero alcune foto di Corfiati apparse su un sito di incontri. Il diretto interessato, dopo la diffusione della notizia, assolutamente non confermata, non ha rilasciato dichiarazioni ai media ma ha scelto di affidare a Facebook la sua replica.

Sul suo profilo infatti spiega di non aver ricevuto al momento, "alcuna comunicazione ufficale, con annesse motivazioni del Movimento, per il suo depennamento della lista".

"Da cittadino, da attivista, da professionista per anni mi sono battuto affinché la verità venisse sempre a galla - scrive Corfiati -, contro ogni macchinazione o illazione che potesse danneggiare il Movimento ed i suoi Portavoce. Oggi invece sono, mio malgrado, vittima di rocambolesche, irreali e goliardiche illazioni da cui prendo le distanze, essendo false e lontane anni luce dalla mia persona"

Mario Corfiati, il più votato alle Parlamentarie tra i torinesi, è anche vicepresidente dell’Ismel, l’istituto storico per la memoria e la cultura del lavoro, di cui il Comune di Torino è socio fondatore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento