Elezioni 2016, Alessio Ariotto: “Bisogna superare la concezione ‘autocentrica’ del trasporto urbano”

L'intervista di Torino Today al candidato sindaco del Partito Comunista dei Lavoratori

In Corso Traiano, davanti alla sede Fiat, Torino Today ha intervistato Alessio Ariotto, candidato sindaco per la città di Torino del Partito Comunista dei Lavoratori.

VIDEO ---> QUI L'INTERVISTA COMPLETA

Noi intendiamo rappresentare la precarietà diffusa in città – esordisce così Ariotto-. Se oggi fossi sindaco deciderei di uscire dall’osservatorio sulla linea ferroviaria ad alta velocità Torino – Lione, con conseguenze importantissime sul piano finanziario. Le risorse che si sbloccherebbero potrebbero essere utilizzate per servizi, scuole e lavoro”.

Sul tema dell’emergenza lavoro Ariotto spiega: “Il Comune ha la possibilità di intervenire consentendo ai cittadini di pagare il meno possibile o non pagare i servizi fondamentali ovviamente questo vuol dire andare a trovare le risorse altrove, come il recupero dei fondi dalle grandi opere inutili per fare piccole opere utili”.

Sul futuro della mobilità e dei trasporti dichiara:Non abbiamo più una fabbrica che produce auto e che quindi ha obbligato la città ad essere fatta in funzione del trasporto con le auto, oggi bisogna superare la concezione ‘autocentrica’ del trasporto urbano, aumentare e riqualificare il trasporto pubblico, favorire e sostenere i percorsi ciclabili e pedonali. Mi impegno per eliminare le macchine e liberare spazio per la vita dei cittadini”.

Sull’emergenza casa puntualizza: “Il Comune ha una grande responsabilità: non esiste un piano di emergenza abitativa adeguata, non ci sono sufficienti strutture da destinare a chi improvvisamente perde la casa, il mercato delle locazioni è abbandonato alla libera pattuizione tra privati”.

Infine Ariotto traccia il suo sogno per il futuro di Torino: “Occorre fare la rivoluzione culturale, il cambiamento fondamentale andrebbe creato nella testa delle persone. Torino dovrebbe tornare ad essere com’era negli anni ’70 in cui si tutelava la persona e non i profitti”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

Torna su
TorinoToday è in caricamento