Piemonte alle urne il 26 maggio: tutti i candidati e come si vota

Uno dei temi scottanti della campagna elettorale è la Torino-Lione

In Piemonte, oltre alle Europee, quest'anno, domenica 26 maggio, si vota anche per l'elezione del nuovo presidente della Regione e per il rinnovo del consiglio regionale. Inoltre ci sarà l'accorpamento con il primo turno di elezioni amministrative. Dopo cinque anni dal successo netto di Sergio Chiamparino, su Gilberto Pichetto (Forza Italia e Lega) e Davide Bono (M5S) i piemontesi dunque si recheranno alle urne - aperte dalle 7 alle 23 - per scegliere il loro governatore. Tra i temi "bollenti" della campagna elettorale, quello più attuale e battuto dai candidati è sicuramente quello del Tav, il collegamento ad alta velocità tra Torino e Lione.  

Come si vota

Le elezioni si svolgeranno in un'unica giornata e non è previsto il ballottaggio: il candidato che prenderà anche un solo voto in più degli altri in corsa, sarà il nuovo presidente della Regione Piemonte. Con le elezioni verranno anche eletti i nuovi rappresentati dei cittadini nel consiglio regionale.

Si eleggeranno 50 consiglieri - 51 contando il presidente - secondo un sistema misto in parte proporzionale e in parte maggioritario. La legge elettorale prevede che 40 seggi su 50 saranno assegnati con metodo proporzionale su base provinciale, mentre sono previsti 10 seggi da assegnare al listino del candidato vincitore come una sorta di premio di maggioranza. Previsti una soglia di sbarramento al 3% e il voto disgiunto, assegnando un voto al candidato presidente e ad una lista non collegata.

I candidati

  • Sergio Chiamparino, classe 1948, attuale governatore e sindaco di Torino per due mandati - nel 2011 e nel 2006 -, dopo qualche tentennamento iniziale, è in cerca di una conferma. A sostenerlo un'ampia coalizione di centrosinistra 
  • Per il centrodestra, sostenuto da Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia, in corsa c'è Alberto Cirio, classe 1972, eurodeputato dal 2014, già vicesindaco e assessore al Turismo di Alba, dove risiede, è stato anche assessore all'Istruzione, Sport e Turismo in Regione, dal 2010 al 2014. 
  • Il M5S ha schierato invece il 48enne Giorgio Bertola, scelto unanimamente dal voto online degli iscritti alla piattaforma Rousseau. Bertola è attualmente consigliere regionale. 
  • E poi, per il Popolo della Famiglia, partito dalla decisa impronta cattolica e guidato a livello nazionale da Mario Adinolfi, c'è Valter Boero, docente universitario, ex consigliere comunale a Torino e presidente per il Piemonte del Movimento per la Vita.

Cosa dicono i sondaggi

Il sondaggio effettuato da Ipsos il 10 aprile, vede un testa a testa serrato tra Chiamparino e Cirio con un leggero vantaggio per l'attuale governatore. Ma sondaggi non ufficiali dicono che vincerà il centrodestra, dato nettamente in vantaggio sul centrosinistra (45% contro 25%). Per ciò che riguarda i voti ai partiti, sempre secondo Ipsos, sarebbe la Lega la prima forza in Piemonte con il 29% dei consensi, seguita dal Pd al 21% e dal Movimento Cinque Stelle al 15,9%. 

+++NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO+++
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento