Europee: la Lega primo partito in Piemonte (37%), ma a Torino vince il Pd

Crollo del M5S

La Lega Nord è il primo partito in Italia e anche in Piemonte, ma a Torino la tendenza è diversa. A scrutinio quasi terminato, nel capoluogo piemontese, è il Pd in testa con il 33,47% dei voti, seguito da Lega al 26,89%, M5S che crolla al 13,33% e Forza Italia al 7,92%. Piccola consolazione per i democratici, rispetto ai risultati nazionali che vedono la Lega in testa con oltre il 34% delle preferenze, il Pd al 23% e il M5S sotto il 17%. In città, nel dettaglio, il partito di Nicola Zingaretti conquista i quartieri sud e il centro dove supera il 40% mentre le periferie votano Salvini, oltre il 37%.

Nel resto del  Piemonte la Lega sfiora al momento il 37%, il Pd è al 24,1% e il Movimento Cinque Stelle si ferma al 13,3%. Anche in provincia di Torino la Lega si conferma prima ma il distacco con i democratici diminuisce. Il partito di Salvini scende al 31, 5% mentre il Pd è al 27,4%. I grillini non vanno oltre il 15,5%. Si dovrà ancora attendere invece per i risultati a proposito delle preferenze. 

In Europa

Per avere una panoramica di come è andata negli altri Paesi europei, in Francia Marine Le Pen supera lo schieramento del presidente Emmanuel Macron; in Germania, la Cdu si impone ma risulta in netto calo rispetto alle elezioni precenti, mentre a sorpresa emergono i Verdi. In Spagna e in Portogallo si registra la vittoria schiacciante dei socialisti; in Inghilterra, come previsto dai sondaggi, stravince il Brexit Party di Nigel Farage, che si impone nettamente sui conservatori fermi all’8%. In Polonia il PiS polacco smentisce gli exit poll e bastona la coalizione europeista (37,5%) con il 46,5% delle preferenze. In Ungheria, il partito di Orban sfiora il 56%.

Domenica 26 maggio, dalle 7 alle 23, l'Italia e quindi anche il Piemonte hanno votato per il rinnovo dei deputati che rappresentano i paesi membri dell'Ue all'interno dell'Europarlamento di Bruxelles, l'unica istituzione europea i cui membri sono eletti direttamente dai cittadini. Lo spoglio delle schede grigie è iniziato subito dopo le 23, dopo la chiusura delle urne. 

Si tratta delle none elezioni europee che, come deciso dal Consiglio dell'Unione Europea, erano in programma tra il 23 e il 26 maggio: ogni Paese ha scelto in maniera autonoma la data, infatti i primi seggi ad aprire sono stati quelli di Regno Unito e Paesi Bassi. Gli ultimi, a chiudere, sono stati quelli italiani.

Contestualmente nella Città Metropolitana di Torino, in 209 comuni ci sono state le elezioni Comunali e, come nel resto del Piemonte, le Regionali per l'elezione del nuovo Governatore e della Giunta. 

Affluenza

Il Piemonte, secondo i primi dati di affluenza rilevati alle 12, insieme alla Lombardia (23,8%) è la regione dove si è votato di più per le Europee. Gli elettori che si sono recati alle urne sono provvisoriamente il 21, 5%. Dato che è nettamente superiore a quello nazionale. Secondo i numeri del Viminale in Italia, alle 12, ha votato il 16,72% degli aventi diritto, in linea con le analoghe elezioni del 2014 (16,66%). Più vicino al dato nazionale sono invece i numeri che rigurdano la città di Torino: alle 12, per le Europee, hanno votato il 15, 75% degli aventi diritto. 

Alle 19 l'affluenza in Piemonte è al 50,74%, nella provincia di Torino è al 49,54%.

Alle 23 il dato è al 65,81%, nel Torinese al 65,69%

Il caso

Ed è caos attorno alle 22, in via Ancona, dove ha sede il Consolato rumeno. Agenti in tenuta anti sommossa sono intervenuti per arginare una manifestazione inscenata da qualche decina di cittadini rumeni che non sono riusciti a votare poichè alle ore 21 il seggio era già chiuso e loro non ne erano informati. 

I candidati della Circoscrizione Nord-Ovest 

Partito Democratico: Giuliano Pisapia, Irene Tinagli, Enrico Morando, Patrizia Toia, Brando Benifei, Mercedes Bresso, Caterina Avanza, Giuliano Faccani, Monica Bersanetti, Pietro Graglia, Ivana Borsotto, Pierfrancesco Majorino, Edda Crosa, Giovanni Farina, Anna Mastromartino, Pierluigi Mottinelli, Angelica Radicchi, Carmine Pacente, Ernestina Signoroni Lomi, Daniele Viotti. 

M5S: Danzi Maria Angela, Eugenio Casalino, Eleonora Evi, Tiziana Beghin, Silvia Malivindi, Christian Di Feo, Paola Macchi, Marcella Gilardoni, Andrea Togno, Giuseppe Mastruzzo, Daniele Tromboni, Paola Pizzighini, Alessandro Di Pierro, Marco Mesmaeker, Andrea Palumbo, Simona Bardello, Nicola Clerici, Maria Cristina Migliore, Monica Ferraris, Piero Puozzo. 

Lega Nord: Matteo Salvini, Monica Andreina Heidi, Marco Campomenosi, Alessandra Cappellari, Marta Casiraghi, Dante Cattaneo, Angelo Ciocca (eurodeputato uscente), Gianna Gancia, Oscar Lancini (eurodeputato uscente), Pietro Antonio Marrapodi, Laura Molteni, Alessandro Panza, Vittoria Poggio, Cristina Porro, Marco Racca, Paolo Sammaritani, Silvia Sardone, Isabella Tovaglieri, Stefania Zambelli, Marco Zanni (eurodeputato uscente). 

Forza Italia:  Silvio Berlusconi, Lara Comi, Massimiliano Salini. Giusy Versace, Anna Lisa Baroni, Daniela Ruffino, Amir Atrous, Salvatore Barbagallo, Damiano Bormolini, Cinzia Maria Bosso, Benedetta Gaia Cosmi, Elisabetta Fatuzzo, Francesco Graglia, Massimiliano Grimaldi, Matteo Motta, Roberta Paparatto, Mauro Parolini, Maria Rosa Assunta Porta, Pietro Tararella, Claudia Toso.

Fratelli d'Italia: Giorgia Meloni, Francesco Alberoni, Giovanni Berrino, Fabrizio Bertot, Ubaldo Emilio Borchi, Marina Chiarelli, Novella Ferrini, Carlo Fidanza, Pietro Fiocchi, Daniela Garnero Santanché, Agostino Ghiglia, Rosaria Lombardi, Stefano Maullu, Nicoletta Molinari, Federica Picchi, Mafalda Poli, Paola Renata Radaelli, Giuseppe Romele, Roberto Rosso, Maurizia Rota.

Partito Comunista: Marco Rizzo, Laura Bergamini, Guido Ricci, Giovannina Bastone, Lorenzo Lang, Silvia Stefani, Georgios Apostolou, Rosa De Matteis, Ciro Massimo Argentino, Eleonora D'Antoni, Luca Ricaldone, Ingrid Sattel, Angelo Davoli, Laura Biancini, Graziano Gullotta, Lucia Firmani, Giovanni Barbieri, Maria Eugenia Scaramozzino, Giuseppe Visentin, Daniela Giannini.

La Sinistra: Eleonora Cirant, Massimo Amato, Maria Gabriella Branca, Alberto Anghileri, Cristina Cattafesta, Rosario Carvelli, Valentina Cera, Paolo Ferrero, Silvana Cesani, Aniello Fierro, Chiara Giordano, Roberto Pompilio, Sonia Modenese, Luca Massironi, Daniela Padoan, Paolo Narcisi, Rahel Sereke, Argyrios Panagopoulos, Cristina Torli, Mirko Rauso. 

Popolari per l'Italia: Alessandra Ferrara, Piero Pirovano, Giorgio Agnellini, Paola Evangelisti, Giuseppe Prete, Addolorata Longo, Noemi Riccardi, Maurizio Imbimbo, Emanuela Peter, Fabrizio Scaravella, Sonia Vicino, Luca Damian, Maria Leone, Gianmario Ferramonti, Delia Milanesio, Markus Krienka, Enrico Tacchi. 

Casa Pound: Simone Di Stefano, Angela De Rosa, Massimiliano Panero, Elisabetta Berta, Ronni Bottazzi, Lorenzo Cafarchio, Sergio Carù, Cristina Cassarin, Allegra Cavalli, Paolo Cianalino, Giuseppe Lauria, Patrizia Liberale, Adriana Mantoan, Marco Mori, Morena Pollini, Marco Racca, Stefano Scopacasa, Lucia Siciliano, Giulia Zenesini

+ Europa: Benedetto Della Vedova, Silvja Manzi, Gabriele Molinari, Paola Testori, Marco Marazzi, Giulia Pastorella, Dino Guido Rinoldi, Cristina Bagnoli, Maurizia Bertoncino, Igor Boni, Inoussa Bara, Elena Marcellino, Alessandra Micalizzi, Stefano Morcelli, Lia Orfei,Mirko Pauolon, Daniela Poggio, Marco De Andreis, Lorenzo Tosa, Martina Riva.

Europa Verde: Elena Eva Maria Grandi, Domenico Finiguerra,Francesca Druetti, Antonio Caputo, Silvia Parodi, Maurizio Parodi, Dario Balotta, Ilaria Barbonetti, Pippo Civati, Martina Comparelli, Paolo Crosignani, Veronica Dini, Enrico Fedrighini, Antonio Limardi, Marco Moro, Tiziana Mossa, Maria Silvia, Angela Concetta Pettinicchio, Paolo Pinzuti, Benedetta Rinaldi, Chiara Rossini.

Popolo della Famiglia: Paolo Alli, Gabriella D’Amato, Giancarlo Archetti, Silvia Camilla Avagnina, Marco Ghirardello, Cristina Laganà, Luca Avagnina,Emanuela Pongiluppi Eleuteri, Maurizio Berger, Giuliana Ghione, Marko Rus, Sandra Margaretta Anna Bonanni, Giovanni Grasso, Stefania Parma, Salvatore Angelo Pintus, Mara Festa, Roberto Frecentese, Margherita Ruffino

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Mancano le autorizzazioni per vendere: chiusa la panetteria del centro commerciale

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Motociclista perde la vita dopo lo scontro con una macchina

Torna su
TorinoToday è in caricamento