Quattro firme in più rispetto a quelle previste: e il candidato sindaco viene escluso

Presentato il ricorso

Paolo Allais

Essere escluso dalla tornata elettorale per le amministrative del prossimo 26 maggio 2019 per aver presentato quattro firme in più rispetto alle 60 previste.

Sembra uno scherzo ma è quello che è accaduto all'ex sindaco di Coazze, Paolo Allais, classe 1948, candidato - o forse sarebbe meglio dire ex candidato - con la lista civica "Per Coazze con Coazze".

Allais avrebbe violato l’articolo 3 della legge 81/1993, che prevede la raccolta di 60 firme a sostegno di un candidatura a sindaco, essendo Coazze un Comune fino a 5mila abitanti.

Ma l'ex sindaco ne ha presentate 64, con la sottocommissione elettorale circondariale di Avigliana che ne ha dichiarato l'inammissibilità della lista e, di conseguenza, della candidatura a primo cittadino. 

Allais ha già presentato ricorso, che sarà discusso in pochi giorni, visto l'avvicinarsi dell'appuntamento elettorale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento