Quattro consiglieri grillini disertano il Consiglio comunale, il sindaco: "Comportamento irresponsabile"

Per poco il primo cittadino Roberto Falcone non ha rassegnato le dimissioni

Il sindaco grillino Roberto Falcone

Crisi in comune a Venaria. Per poco, ieri sera martedì 28 maggio, il sindaco pentastellato Roberto Falcone non ha rassegnato le dimissioni. Alla seduta del Consiglio comunale, alla quale si sarebbe dovuto votare la seconda variazione al Bilancio di previsione per gli esercizi 2019/2020 già rimandata una volta, mancavano quattro consiglieri di maggioranza del Movimento 5 Stelle. Senza nemmeno avvertire, non si sono presentati il presidente del Consiglio Accorsi, Antico, Stasi e Battafarano.

"Questo è un comportamento indegno per un eletto del Movimento 5 stelle - ha commentato Falcone -. Essendo un atteggiamento reiterato, da vecchia politica, nelle prossime ore gestiremo la loro esclusione dal gruppo di maggioranza". La crisi dunque è ufficiale ma le dimissioni, anche se ci è andato vicino, il primo cittadino ha deciso di non presentarle: "La Città ha bisogno che siano adeguatamente presidiate le attività in corso - ha spiegato Falcone -, tra le quali: il parcheggio dell’ospedale, lo spostamento del mercato di viale Buridani, la riapertura della Romero, il ripristino della ZTL e ampliamento e manutenzione dei cimiteri. Per questi motivi escludo categoricamente di consegnare Venaria Reale a un commissario per i prossimi 10 mesi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Falcone elenca poi le conseguenze del gesto "irresponsabile" dei quattro consiglieri che porta automaticamente a un rallentamento dell'attività amministrativa. Tra le varie cose, a restare fermi saranno il rifacimento del campo Don Mosso, obbligando il Venaria Calcio - oltre 400 ragazzi - a giocare altrove nella prossima stagione; il rifacimento della copertura della scuola Gallo Praile dove piove dentro; la riqualificazione dell'area San Francesco; le manutenzioni per i giochi dei bambini nelle aree apposite; la ciclabile tra Venaria e Lanzo e la nuova pista su corso Machiavelli; la manutenzione straordinaria della piscina di via Di Vittorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Colto da raptus, devasta il dehor del bar con un bastone: panico tra i turisti

  • Il coronavirus si porta via il mago della scientifica a soli 60 anni: polizia in lutto

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

  • Mezzi pubblici: quattro ore di sciopero in arrivo, disagi per gli utenti

Torna su
TorinoToday è in caricamento