Barattolo, per il secondo week-end resta in Canale Molassi: ordinanza non rispettata

Lunedì 28 gennaio se ne discuterà in Consiglio comunale

Per il secondo sabato di fila Barattolo è rimasto in Borgo Dora. Il mercato di libero scambio di San Pietro in Vincoli e Canale Molassi da due settimane, secondo una decisione della Giunta Appendino, sarebbe dovuto spostarsi in via Carcano ma l'ordinanza non è stata rispettata. I venditori, che nei giorni scorsi hanno diffuso volantini e locandine con su scritto "Il Balon non si sposta, il Balon resiste", hanno dichiarato apertamente di essere contrari all'ordinanza comunale: "La zona è periferica - hanno da subito sostenuto -: per molti questo cambiamento rappresenta il rischio di perdere l'unica fonte di reddito".

Critico sulla situazione il consigliere Silvio Magliano, capogruppo dei Moderati in Comune: "Via Carcano - collocazione, peraltro, assurda e persecutoria - non è neanche presa in considerazione - ha dichiarato -. Ormai Canale Molassi e dintorni sono diventati terra di nessuno. La Giunta riferisca in aula nella seduta del Consiglio comunale di lunedì prossimo (28 gennaio, ndr), dopo aver respinto la richiesta di comunicazioni urgenti in occasione della scorsa seduta".

Tuttavia da Palazzo Civico si conferma che la decisione di spostare il mercato in via Carcano "è irrevocabile e l'amministrazione comunale ha già informato l'associazione che lo gestisce (Vivi Balon, ndr) che non sarà più tollerata l'organizzazione di un mercato abusivo nell'area del canale Molassi, con l'abbandono totale dei rifiuti al termine della giornata".

"Non bisogna far confusione tra Barattolo e Balon"

A protestare anche l'Associazione dei Comitati riuniti di Porta Palazzo, che comprende cittadini, cooperative, residenti e commercianti e che si scaglia soprattutto sull'Associazione Vivi Balon, vincitrice del bando per la gestione di Barattolo ma incapace di essere garante del corretto svolgimento delle attività del mercato di libero scambio e delle sue regole. E non per ultimo, incapace di gestire lo spostamento, che di fatto non è mai avvenuto.  

"Negli anni il territorio si è sempre ribellato, a Porta Palazzo, Borgo Dora e Aurora, proprio ai comportamenti e alle difficoltà che il mercato di libero scambio porta inevitabilmente con sé. A rinforzo di ciò sarebbe bene ricordare - aggiungono - che in nessuna circoscrizione i cittadini ne hanno mai richiesto la presenza. Perché questo è il Balon storico che ha oramai 150 anni e che nessuno intende spostare, mentre fare confusione tra il Barattolo, che si porta appresso grandi criticità, e il Balon vero, è ancora una volta un modo per carpire la benevolenza di tutti quei frequentatori giustamente affezionati alla tradizione".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

Torna su
TorinoToday è in caricamento