Comune di Torino: approvato un assestamento di bilancio

La Sala Rossa approva anche una mozione per il sostegno del commercio in zona piazza Bengasi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Il Consiglio comunale ha approvato, questa mattina, una delibera di assestamento del Bilancio 2015, proposta dall’assessore Gianguido Passoni. Nel provvedimento vengono stanziate risorse da destinare a welfare, servizi educativi e alla manutenzione di strade, verde, scuole, edifici comunali e piste ciclabili.

In particolare, poco più di due milioni di euro vengono destinati ad interventi per la manutenzione e la sicurezza del sistema viario cittadino, un milione e mezzo serviranno a rafforzare il sistema di protezione delle fasce più deboli della popolazione, con un aumento specifico delle misure a sostegno della locazione e per l’assistenza economica a disabili e famiglie senza o a basso reddito.

Un altro milione e mezzo di euro è invece destinato ai servizi educativi e alla ristorazione scolastica, 300mila euro alla manutenzione di scuole, aree verdi ed edifici municipali e 190mila euro sono stanziati per gli arredi del progetto di riqualificazione di via Roma.

Ancora: 800mila euro vengono destinati per la riqualificazione energetica degli edifici scolastici, 450mila euro per l’illuminazione dei Murazzi, 375mila euro alla manutenzione straordinaria di impianti sportivi, magazzini e autorimesse comunali, e 525mila euro a viabilità ciclabile e segnaletica stradale.

Nella stessa seduta, la Sala Rossa ha approvato anche una mozione di accompagnamento, primo firmatario Andrea Tronzano (Forza Italia) che impegna Sindaco e Giunta a valutare l’estensione delle agevolazioni a via Nizza, corso Maroncelli e alle vie limitrofe, interessate dal cantiere per i lavori del completamento della Linea 1 della Metropolitana torinese.

Agevolazioni che dovranno essere concesse compatibilmente con le risorse disponibili e le valutazioni tecniche degli uffici competenti la materia.

Torna su
TorinoToday è in caricamento