Olimpiadi, Malagò invita a Roma i sindaci di Torino, Milano e Cortina

Il Coni spinge per una candidatura pluriregionale

Lunedì 30 luglio, la sindaca Chiara Appendino è stata invitata al Foro Italico da Giovanni Malagò, insieme ai sindaci di Cortina e Milano. Gli amministratori delle città in corsa per la candidatura alle Olimpiadi Invernali del 2026 incontreranno dunque il presidente del Coni, eventualmente accompagnati dai rispettivi presidenti di Regione. In quest'occasione, si vocifera, ci potrà essere il tentativo del Coni di indirizzare i vari amministratori verso una manifestazione "condivisa", spalmata cioè su più territori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se davvero fosse così, sarà difficile incontrare l'appoggio della sindaca grillina che ad una possibile coalizione con Milano si è opposta fin dall'inizio. Martedì 31 luglio poi, si svolgerà un'ulteriore riunione della commissione di valutazione delle candidature, mentre mercoledì 1° agosto, con ogni probabilità verrà comunicata la decisione definitiva del consiglio nazionale. Lo stesso Malagò aveva annunciato di non voler tirare la questione "troppo per le lunghe". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Uccide una donna a colpi di pistola nel piazzale del supermercato, poi si costituisce

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

Torna su
TorinoToday è in caricamento