Allarme bomba, Appendino: "Vado avanti, più determinata di prima"

Tanti i messaggi di vicinanza alla sindaca

"Se qualcuno pensa di intimidirmi si sbaglia di grosso. Avanti, più determinata di prima". È questo il messaggio comparso sul profilo Facebook della sindaca Chiara Appendino dopo il trambusto del pomeriggio di lunedì 1 aprile a Palazzo Civico, scatenato dall'arrivo di un pacco bomba a lei indirizzato. Dopo i ringraziamenti per il sostegno dimostrato nei suoi confronti, la prima cittadina ha tenuto a ribadire che quanto è successo non la spaventa e che proseguirà sulla sua strada.

Appendino, sotto scorta dopo aver ricevuto minacce in seguito allo sgombero da parte della polizia, del centro sociale di via Alessandria lo scorso 7 febbraio, si trovava a Palazzo Civico quando il personale addetto alla ricezione della corrispondenza ha individuato il pacco sospetto. Pacco che gli artificieri hanno disinnescato e che con lo strappo, sarebbe potuto esplodere, provocando non pochi danni.

Vicinanza e solidarietà

Tanti i messaggi di solidarietà giunti da tutte le istituzioni alla sindaca Appendino. In primis dal Governo. "Esprimo piena solidarietà alla sindaca di Torino - ha scritto sui social il presidente del Consiglio Giuseppe Conte -, vittima di un gravissimo atto intimidatorio. L'intero governo è al suo fianco. Lo Stato non permetterà che minacce del genere le impediscano di esercitare appieno il suo ruolo."

Vicinanza espressa anche dal vicepremier Luigi Di Maio e dal ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli. Un messaggio ad Appendino è arrivato inoltre dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi: " Non mollare! Ti sono vicina insieme a tutta Roma. Andate avanti a testa alta e con coraggio – ha scritto – C'è ancora tanto da fare, non abbassiamo lo sguardo!".

Solidarietà anche dal presidente della Regione Sergio Chiamparino: " Piena vicinanza e solidarietà a Chiara Appendino, dopo il gravissimo e vigliacco atto di cui è stata oggetto. Le istituzioni sono unite con fermezza e rigore a difesa della democrazia, non arretreranno di un passo davanti a chi usa la violenza e l'intimidazione".Vicino alla sindaca, tutte le parti politiche di Palazzo Civico che hanno espresso la volontà di "respingere con forza questi violenti attacchi intimidatori".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

Torna su
TorinoToday è in caricamento