Fondazione Musei, salvo il posto di lavoro per i 28 dipendenti

Ma restano dei punti oscuri

I dipendenti in un momento di protesta

I 28 dipendenti della Fondazione Musei il cui posto era rischio, non perderanno il lavoro. In seguito al secondo tavolo che si è svolto ieri, martedì 30 gennaio, presso l'assessorato al Lavoro del Piemonte, tra Regione, vertici della Fondazione e sindacati, è stato definito un percorso che permetterà di salvaguardare tutti i posti di lavoro, attraverso l'assorbimento da parte della Città del personale ex comunale, al maggiore impegno finanziario della Regione e a un piano di riorganizzazione delle attività della Fondazione.

Fondi aggiuntivi dalla Regione 

 "Un impegno per noi fondamentale - ha dichiarato l'assessora alla Cultura in Regione, Antonella Parigi -, e per cui abbiamo deciso di mettere a disposizione fondi aggiuntivi, nella convinzione che la cultura sia per Torino e per la nostra regione una risorsa importante e strategica". Oltre allo stanziamento di 350mila euro per salvare la biblioteca della Gam, la Regione ne metterà sul piatto altri 150mila. Prosegue intanto il percorso, condiviso tra la Città e la Regione e con gli altri soci, che porterà la Fondazione a diventare Fondazione Torino Piemonte Musei: in tale ente, a fianco dei tre musei della Città di Torino si aggiungerà, attraverso un percorso condiviso, il Museo Regionale di Scienze Naturali. Verrà inoltre costituito un ufficio dedicato alle attività di coordinamento e supporto al sistema museale regionale.

I dubbi

Tuttavia la situazione non è chiarissima e per 3 dei 28 dipendenti della Fondazione che hanno rischiato di perdere il posto, il futuro è tutt'altro che sicuro. Si tratta dei tre lavoratori del Museo della Resistenza che dovrebbero essere ricollocati all'interno delle partecipate del Comune. Peccato che non siano ancora state rese note le modalità di reinserimento e non è dato sapere dove finiranno esattamente i lavoratori.

La voce del M5S

"Apprendiamo l'esito positivo della trattativa intercorsa tra la Regione Piemonte e la Città di Torino - si legge, a proposito della buona notizia, in una nota del gruppo consiliare pentastellato in Comune - per la salvaguardia dei posti di lavoro in capo alla Fondazione Torino Musei. Ci riserviamo di valutare la linea da tenere in sede di votazione del nuovo Statuto, vincolandone l'approvazione all'effettiva tutela dei livelli occupazionali attualmente in essere".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Serata di inferno sotto la pioggia in tangenziale: due incidenti, un morto e quattro feriti

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento