In programma la rinascita dei Murazzi: 2,5 milioni di investimenti

Presto l'avvio dei lavori

Immagine di repertorio

"Grazie a 2,5 milioni di investimenti privati e alla collaborazione con la Città viene restituita, finalmente, nuova vita ai Murazzi. Luogo simbolo di Torino di cui da troppo tempo, torinesi e non, sentono la mancanza".

La sindaca Chiara Appendino dà così la notizia dell'imminente avvio dei lavori per la rinascita dei Murazzi a Torino.

Entro poche settimane, infatti, partiranno finalmente i lavori di riqualificazione dell'area. Il tutto a sette anni dai sigilli che erano stati messi dalla magistratura e che, di fatto, avevano messo la parola fine ad una era, quella del divertimento e della movida sulla sponda ovest del Po.

Se tutto andrà per il verso giusto, l'inaugurazione dovrebbe arrivare con il contestuale arrivo dell'estate, in modo da dare già un grande impulso agli investimenti fatti dai concessionari. 

A oggi sono sei gli spazi assegnati. Oltre al ristorante "Bomaki", già aperto, ci saranno una pizzeria ed una caffetteria. E poi spazi per cocktail bar e uno, quello dell'ex Giancarlo, che avrà ancora un "cuore notturno". 

A fine ottobre la conferenza dei servizi che darà il via libera definitivo al restyling, con i dehors che non potranno superare i tre metri d'altezza, con coperture ignifughe. E, soprattutto, dovranno essere facilmente smontabili in caso di piena del Po. E in un tempo massimo di quattro ore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento