Nasce "Casa Assietta", fra Valsusa e Val Chisone

Intitolata a Jack Canali, l'ex casa cantoniera diventerà una struttura di accoglienza e promozione del territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

 

Alle 11,30 l’inaugurazione della struttura di accoglienza e promozione del territorio
 
DOMENICA 15 LUGLIO AI 2.500 METRI DELLO SPARTIACQUE TRA
VALSUSA E VAL CHISONE NASCE UFFICIALMENTE “CASA ASSIETTA”
Il nuovo punto di accoglienza e ristoro è stato realizzato nell’ex casermetta e Casa Cantoniera sulla Strada Provinciale 173. E’ intitolato alla memoria dell’alpinista
Jack Canali, perito nel 1972 sotto una slavina nei pressi del Colle dell’Assietta  
 
Da Casa Cantoniera con 122 anni di storia a rifugio: domenica 15 luglio alle 11,30 sarà inaugurato il riallestimento della struttura che sorge ai 2500 metri del Colle dell’Assietta. L’inaugurazione si terrà nella giornata dedicata alla tradizionale Festa del Piemônt al Col ed l'Assietta, organizzata dall’omonima associazione. Saranno presenti il Presidente della Provincia, Antonio Saitta, l’Assessore all’Agricoltura e Montagna, Marco Balagna, il Commissario straordinario del Parco Alpi Cozie, i Sindaci e gli amministratori locali dei Comuni che fanno parte della Comunità Montana Valle Susa-Val Sangone e della Comunità Montana del Pinerolese.
 
Durante la cerimonia la nuova “Casa Assietta” sarà intitolata alla memoria dell’alpinista lombardo Jack Canali, noto per numerose scalate alle più impervie vette europee e per aver partecipato alla spedizione che, nel 1961, sotto la guida di Riccardo Cassin, compì la prima salita della parete sud del Mount McKinley, in Alaska. Canali perse la vita quarant’anni orsono, il 26 gennaio 1972, a pochi metri dal Colle dell’Assietta, sepolto da una slavina durante un attraversamento sci-alpinistico da Sauze d’Oulx a Sestriere, mentre era alla guida di 17 allievi della scuola di sci da lui diretta.
 
Costruita nel 1890 dal Genio Militare sullo spartiacque tra la Valsusa e la Val Chisone, la Casa era stata concepita come deposito e infermeria della Batteria Mottas, posta a difesa delle due valli. Grazie ad un progetto realizzato dal Parco Alpi Cozie, l’ex “Cantoniera” è diventata un posto tappa per escursionisti. Nella struttura in pietra e legno sono stati ricavati 18 posti letto ed un punto di ristorazione nel quale saranno valorizzati i prodotti tipici locali inseriti nel “Paniere” della Provincia. Insieme alla recente riapertura estiva della Strada Provinciale 173 dell’Assietta, il rifugio realizzato nell’ex Casa Cantoniera costituisce un importante tassello di un progetto del Parco Alpi Cozie e della Provincia per la completa rivalutazione a fini turistici, storici e ambientali, della Provinciale 173 dell’Assietta, antica e panoramica strada militare che corre dal Pian dell’Alpe a Sestriere, collegando la Valsusa e la Val Chisone. Il Parco Alpi Cozie, attraverso un apposito bando, ha affidato la gestione della struttura completamente rinnovata a coloro che, già da tempo, si occupano con successo del Rifugio Selleries a Roure, in alta Val Chisone.
 
 
LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE SULLA S.P. 173 IN OCCASIONE DELL’INAUGURAZIONE DI CASA ASSIETTA E DELLA FESTA DEL PIEMÔNT
 
Domenica 15 luglio, in occasione dell’inaugurazione di “Casa Assietta” e della Festa del Piemônt al Col ed l'Assietta, sulla Strada Provinciale 173 sarà in vigore la circolazione a senso unico in salita da Pian dell’Alpe al Colle dell’Assietta dalle 6 alle 12 e in discesa nel senso inverso dalle 13 alle 20. Sarà inoltre in vigore il divieto di sosta in destra e sinistra a tutti gli autoveicoli nel tratto compreso fra il Colle e Casa Assietta.
 
Si ricorda inoltre che nei mesi di luglio e agosto è prevista la chiusura della Strada Provinciale 173 al traffico motorizzato il mercoledì ed il sabato dalle 9 alle 17, da Pian dell’Alpe al Colle Basset (incrocio con la strada di Sportinia (km 5). Nel dettaglio, le prossime giornate in cui sarà in vigore il divieto di transito per auto e moto sono: mercoledì 11, mercoledì 18, sabato 21, mercoledì 25 e sabato 28 luglio; mercoledì 1° agosto, mercoledì 8, sabato 11, mercoledì 15, sabato 18, mercoledì 22, sabato 25 e mercoledì 29 agosto. Nei giorni in cui la strada è aperta al traffico motorizzato è comunque in vigore il limite di velocità di 30 Km orari da Sestriere al bivio di Pian dell’Alpe, sono vietati la sosta al di fuori dei parcheggi ed il transito di veicoli con peso superiore ai 35 quintali e larghezza superiore ai 2 metri.
 
 
“CASA ASSIETTA”: UN PO’ DI STORIA
 
Dopo essere passata dal Demanio Militare alla Provincia di Torino nel 1964, la struttura fu adibita a Casa Cantoniera per il deposito di materiali ed attrezzature utili alla manutenzione della Strada Provinciale 173 del Colle dell’Assietta. Il tempo, la rigidità del clima ed una serie di atti vandalici hanno inferto alla vecchia Casa Cantoniera notevoli danni, anche se l’edificio non ha mai cessato di svolgere la sua funzione. A partire dal 1974, infatti, sul Colle dell'Assietta si tiene ogni anno nel mese di luglio la commemorazione storica della battaglia combattuta con successo il 19 luglio 1747 dagli austro-piemontesi contro gli invasori francesi: il successo della manifestazione sin dalle prime edizioni spinse i promotori dell'Associassiôn Festa del Piemônt al Col ed l'Assietta a chiedere alla Provincia l'uso dell’ex casermetta per poter organizzare al meglio un'iniziativa che attira ogni anno in alta quota migliaia di persone. Nel 1992 una convenzione tra la Provincia, il Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand (ora Parco Alpi Cozie) e l’Associassiôn, stabilì la concessione del diritto d’uso di una parte della Casa Cantoniera. Nel 1997, l’edificio venne inserito nel progetto turistico “La via degli alpeggi”, a sua volta compreso in un più ampio progetto integrato di sviluppo turistico promosso dalla Comunità Montana Alta Valle Susa, dall'Ente Parco e dai Comuni di Salbertrand, Oulx, Bardonecchia e Sauze d'Oulx. L'idea era quella di trasformare la casermetta dell'Assietta in un punto d’accoglienza polivalente e sostenibile del circuito di visita e scoperta delle “Alte Vie” e delle fortificazioni militari delle montagne olimpiche, nell’ambito di un modello turistico che privilegia il cicloturismo e l’escursionismo a piedi, in bicicletta e a cavallo.
 
 
 
CRONISTORIA DI 20 ANNI DI INTERVENTI SULL’EX CASA CANTONIERA AL COLLE  DELL’ASSIETTA
 
Fin dal momento della presa in carico da parte della Provincia, nel 1964, la struttura è stato oggetto di piccoli interventi di ristrutturazione esterna ed interna, realizzati nei primi anni dalla Provincia stessa e, nel periodo successivo, anche dall'Associassiôn Festa del Piemônt al Col ed l'Assietta. Dal 1992 ad oggi la Provincia ha effettuato notevoli investimenti, volti ad una completa ristrutturazione, che è terminata nel 2011 con l’ultimo investimento di 154.300 Euro (di cui 95.000 a carico della Provincia e la restante parte finanziata dal Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand, ora Parco Alpi Cozie). Sfruttando un’antica intuizione dei progettisti militari è stato riattivato il sito di captazione dell’acqua in località Faussimagne, dove si trovava un bottino di presa costruito nel secolo scorso, che ha permesso l’approvvigionamento di acqua alla struttura. L’acqua è stata resa potabile grazie all’installazione di un depuratore. Gli interventi di maggior impatto sull’ex “Cantoniera” hanno riguardato l’ultimazione delle opere murarie perimetrali con lavorazioni atte a ridurre l’umidità, derivante dallo scioglimento delle masse nevose che si accumulano nei rigidi inverni in quota ricoprendo l’intera struttura. I locali interni sono stati completamente pavimentati, intonacati, dotati di nuovi impianti igienico-sanitari ed arredati. L’energia necessaria al funzionamento dell’intera struttura è garantita da un generatore e da un impianto di pannelli solari fotovoltaici.
I più letti
Torna su
TorinoToday è in caricamento