La nuova gamma  MICHELIN E-Wild è pronta a conquistare i fan della mountain bike elettrica

Michelin ha lanciato la  nuova gamma MICHELIN E-Wild, progettata per soddisfare le esigenze specifiche degli appassionati di mountain bike elettrica

Nel corso dello sviluppo di questa gamma innovativa, gli ingegneri che lavorano presso il Centro Ricerca e Sviluppo Michelin hanno tratto ispirazione dai pneumatici  della gamma  Enduro e Down Hill del marchio francese.

Considerato che il pneumatico posteriore, diversamente da quello anteriore, ha il compito di assorbire la maggioranza delle sollecitazioni e degli impatti, la carcassa del  MICHELIN E-Wild posteriore è più resistente rispetto a quella dell’anteriore. Tale caratteristica sfrutta l’esperienza Michelin maturata nella disciplina del Down Hill, infatti,   la carcassa deriva dai pneumatici da gara permettendo così di massimizzare la resistenza e la trazione grazie alla sua capacità di lavorare a bassa pressione.         Per quanto riguarda l’anteriore, la carcassa è identica a quella utilizzata per i pneumatici Michelin da Enduro in modo da combinare la necessaria robustezza con un'eccellente aderenza durante le discese in bicicletta.

Insieme, i MICHELIN E-Wild anteriore e posteriore contribuiscono a ridurre al minimo la quantità di energia dissipata dai pneumatici riducendo l’assorbimento di corrente e quindi aumentando l’autonomia della batteria nei percorsi più lunghi.   La progettazione della carcassa ha  permesso di ottimizzare anche il peso del pneumatico che risulta   equivalente a quello di un pneumatico tradizionale della stessa misura.

In aggiunta al lavoro svolto sulla carcassa, gli ingegneri Michelin si sono concentrati sullo sviluppo delle mescole dando vita all'ultima generazione di E-GumX  che consente una trasmissione eccezionale della potenza a terra,  applicata al pedale attraverso la ruota posteriore, migliorando allo stesso tempo la durata di vita del battistrada.

Lo sviluppo del MICHELIN E-Wild ha seguito lo stesso processo utilizzato per gli altri pneumatici per mountain bike del marchio, usufruendo anche del contributo di campioni esperti come Nicolas Vouilloz, Nicolas Quere (campione francese di E-Bike del 2018 su pneumatici E-Wild), Rémy Absalon e Jérôme Clementz.

Il campionato francese, French Electric Enduro Cup, è stato un vero e proprio banco di prova per la Michelin, consentendo di mettere alla prova l'affidabilità e le prestazioni di MICHELIN E-Wild in condizioni estreme. Il MICHELIN E-Wild è stato testato anche dai tester del reparto competizione Michelin e dai clienti che hanno totalizzato più di 1.000 ore di utilizzo.  Il risultato di questo approccio collaborativo che coinvolge ingegneri, campioni e clienti è un pneumatico che non solo offre proprietà sempre più vicine  alle esigenze delle biciclette elettriche  ma offre prestazioni e robustezza  ai livelli più alti.

Il MICHELIN E-Wild Front e il MICHELIN E-Wild Rear sono già disponibili sul mercato  nelle seguenti dimensioni: 27,5 x 2,6 e 27,5 x 2,8.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento