Case popolari a Torino: tutte le informazioni

Come avviene la selezione

immagine di repertorio

Come vengono assegnate le case popolari a Torino? L'ufficio assegnazione alloggi provvede ad abbinare, agli utenti inseriti nelle graduatorie del Bando Generale e dell'emergenza abitativa (cioè gli sfratti e casi segnalati dai servizi sociali), gli alloggi disponibili che l'Agenzia Territoriale della Casa della Provincia di Torino (A.T.C.) passa periodicamente al Comune. Gli alloggi, che sono tutti all'interno del Comune di Torino, sono assegnati sulla base della composizione del nucleo familiare.
 

Come si selezionano gli aventi diritto alle case popolari a Torino: il Bando Generale

Il Bando è lo strumento previsto dalla legge per selezionare, sulla base della gravità delle condizioni di disagio dei nuclei familiari, gli aventi titolo all’assegnazione di un alloggio di E.R.P.S.; costituisce inoltre un prezioso strumento di analisi del fabbisogno abitativo, rappresentando una fotografia della:

  • situazione reddituale;
  • abitativa;
  • sociale.
     

Come si selezionano gli aventi diritto alle case popolari a Torino: la domanda di emergenza abitativa


Le domande di emergenza abitativa vanno presentate allo Sportello del Settore Bandi e Assegnazioni di Via Corte d'Appello 10 (piano terra) - dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:00, utilizzando i moduli dati dal Comune e presentando la documentazione che attesti la propria condizione di emergenza. In particolare, occorre produrre il contratto di locazione e i documenti relativi allo sfratto e certificare la propria condizione reddituale.

Possono presentare domanda per emergenza abitativa:

  • i cittadini italiani residenti a Torino;
  • i cittadini europei residenti a Torino;
  • i cittadini extracomunitari legalmente soggiornanti in Italia e residenti a Torino che svolgano una regolare attività di lavoro subordinato o autonomo da almeno tre anni e svolgano attività lavorativa all'atto della presentazione della domanda in Emergenza Abitativa.

I Servizi Socio - Assistenziali della Città di Torino, i Centri di Salute Mentale e i Ser.T, inoltre, possono inviare all'Ufficio Emergenza Abitativa del Settore Bandi e Assegnazioni di Via Corte d'Appello 10 (primo piano) una segnalazione a favore di utenti che stanno seguendo e che si trovano in difficoltà.

Nel dettaglio, per ottenere una casa popolare, bisogna avere i requisiti previsti. In particolare bisogna essere:

  • cittadino comunitario;
  • cittadino extracomunitario con tre anni di lavoro regolare e continuativo in Italia;
  • residente a Torino o con sede lavorativa a Torino;
  • avere un reddito lordo dell'intero nucleo familiare non superiore a determinati limiti che cambiano in ragione del numero dei componenti e del tipo di reddito (ad es. un nucleo di 4 persone con due figli a carico deve avere un reddito non superiore ad euro 22.545,98 se il reddito è da lavoro dipendente, ed euro 13.939,92 se il reddito è da lavoro autonomo) inoltre fanno punteggio una serie di condizioni relative alla situazione abitativa e socio-sanitaria. La Città di Torino periodicamente indice un bando generale.

Case popolari a Torino: assegnazione in quota di riserva
 

L'assegnazione in quota di riserva, ossia per l'emergenza abitativa (prevista in caso di segnalazione dei servizi sociali, sfratti, ordinanza di sgombero, ecc.), rappresenta una procedura straordinaria attivata per il 50% degli alloggi di ERPS disponibili nell'arco dell'anno.

Il percorso per arrivare all`assegnazione degli alloggi ha inizio con la presentazione di una domanda di emergenza abitativa; nell`istruttoria viene acquisito il parere di merito della Commissione Comunale di Emergenza Abitativa e di legittimità della Commissione Regionale Assegnazione Alloggi istituita presso l`A.T.C.

Al termine dell`iter l`Ufficio Assegnazioni Alloggi procede nei termini di legge all`assegnazione degli alloggi disponibili.

Nelle more dell`assegnazione di un alloggio di ERPS, le famiglie colpite da monitoria o ordinanza di sgombero improrogabili in possesso dei requisiti di legge sono temporaneamente collocate dalla Città in alberghi convenzionati per un periodo fino a 45 giorni.

Lo Sportello del Settore Bandi e Assegnazioni sito in Via Corte d'Appello 10, (Ufficio Emergenza Abitativa c/o Sportello Polifunzionale - da lunedì a venerdì 8.30 - 12.00) fornisce informazioni sui requisiti necessari e ritira le domande di emergenza abitativa.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questo periodo di emergenza Coronavirus si prega di telefonare agli uffici sopracitati per fissare un eventuale appuntamento ed evitare assembramenti.


Per maggiori informazioni potete consultare questo indirizzo 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Colto da raptus, devasta il dehor del bar con un bastone: panico tra i turisti

  • Il coronavirus si porta via il mago della scientifica a soli 60 anni: polizia in lutto

  • Accoltella alla schiena un uomo seduto su una panchina: arrestato per tentato omicidio

  • Apre la finestra, va sul balcone e si getta nel vuoto dal secondo piano: donna morta

  • Bimbo di un anno e mezzo cade nella piscina gonfiabile di casa: morto dopo tre giorni

Torna su
TorinoToday è in caricamento