Una giornata dedicata alla mobilità sostenibile: il Bike Pride

La bicicletta rappresenta il fulcro di una economia virtuosa, efficiente e in costante ascesa, che può creare risparmio, ricchezza e lavoro

La mobilità sostenibile sta diventando via via sempre più importante, non soltanto per il resto d'Europa, ma anche per la nostra Città.

Lo dimostrano i continui eventi dedicati al tema e lo sviluppo di sempre più numerose piste ciclabili attorno ai nostri palazzi.

Torino festeggia la Settimana Europea della Mobilità con la V edizione del Bike Pride, la festosa parata di biciclette che nel 2013 ha portato 30mila ciclisti per le strade di Torino.

Quest'anno si svolgerà domenica 21 settembre e la pedalata partirà alle ore 15 dal Parco del Valentino. A seguire festa e musica fino alle ore 24.

Il Bike Pride è realizzato al fine di sensibilizzare i cittadini alla mobilità sostenibile e all'utilizzo dei mezzi a due ruote per percorre i tratti che li separano da luogo di lavoro o da casa.

Il percorso, accessibile a tutti, sarà scorrevole e si snoderà su grandi viali, raggiungendo i luoghi della Torino dell'industria automobilistica del '900, per un simbolico passaggio di testimone.

Il tema di quest'anno infatti sarà “Bikenomics”, ossia l'economia della bicicletta e della mobilità nuova. La bicicletta, infatti, rappresenta il fulcro di una economia virtuosa, efficiente e in costante ascesa, che può creare risparmio, ricchezza e lavoro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Serata di inferno sotto la pioggia in tangenziale: due incidenti, un morto e quattro feriti

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Brutto incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, due feriti, circolazione paralizzata

Torna su
TorinoToday è in caricamento