Come diventare guida turistica

Un preciso percorso di formazione, complesso e articolato

immagine di repertorio

Conoscenza delle lingue, ottime doti relazionali e comunicative, approfondita e riconosciuta competenza del patrimonio artistico e museale. Per diventare una guida turistica è necessario seguire un preciso percorso di formazione, complesso e articolato. La conoscenza di più lingue è un pre-requisito indispensabile, essendoci molta richiesta di lavoro da parte della clientela internazionale.

Come ben noto, la guida turistica si occupa di accompagnare singole persone o gruppi nella visita di musei, gallerie, scavi archeologici e siti di interesse turistico, illustrando le caratteristiche e le attrattive paesaggistiche, artistiche, storiche e culturali. 

Una figura professionale da non confondere con quella dell’accompagnatore turistico che, invece, si limita ad assistere e a fornire informazioni ai turisti.

La formazione per diventare guida turistica può iniziare già dalle scuole superiori, frequentando ad esempio il liceo classico, l’artistico o un istituto tecnico per il turismo. Per quanto riguarda invece l’università, il corso di laurea più appropriato è quello in Storia dell’arte. 

Guida turistica: Esame di Stato

Per poter svolgere la professione di guida turistica è necessario conseguire un patentino di abilitazione attraverso il superamento di un Esame di Stato.

Per poter partecipare all’esame è necessario essere maggiorenni ed in possesso del diploma di laurea triennale.

Le varie sessioni di esame sono stabilite dalle Regioni e dalle Province autonome tramite appositi bandi pubblicati con cadenza biennale. 
L’esame è formato da una prova scritta, una prova orale ed una di tipo tecnico-pratico. Nella prima i candidati dovranno rispondere a domande riguardanti nozioni generali di legislazione e organizzazione turistica italiana e storia dell'arte italiana, con particolare riferimento ai siti oggetto di domanda. Nella prova orale vengono affrontati gli stessi argomenti della prima prova, a cui si aggiunge la verifica delle competenze linguistiche.
Infine la prova tecnico-pratica dove i candidati verranno esaminati in una simulazione della visita guidata. 

Superato l’esame e ottenuta l’abilitazione, si potrà essere inseriti nell’elenco nazionale delle guide turistiche nei siti di particolare interesse storico, artistico o archeologico, tenuto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. 

Guida turistica: i manuali più venduti sul web

La guida turistica. Manuale completo per la preparazione all'esame di abilitazione. Teoria e quiz. Con software di simulazione

L'esame di abilitazione alla professione di guida turistica. Manuale di preparazione

Getting around. English for tour guiding

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Iscrizioni alle superiori, nuovi indirizzi di studio nelle scuole torinesi

  • Iscrizione scuole superiori 2020/2021: lo scientifico è il liceo più scelto

  • Patente per la guida dei muletti: nuovo corso gratuito in partenza

  • Dove imparare (davvero) a cantare: i corsi e le lezioni di canto sotto la Mole

  • Orti Generali, a Mirafiori Sud tornano i corsi per la cura dell'orto e delle piante

  • Come si diventa istruttore di nuoto

Torna su
TorinoToday è in caricamento