Applausi e tutto esaurito per il mentalista Argus al teatro Santa Giulia

Una serata all'insegna delle performances del mentalista Antonio Argus

Uno spettacolo sorprendente, magico e con una storia che sul finale ha giocato la sua carta migliore. Questo è in estrema sintesi quello che è stato lo spettacolo del mentalista Antonio Argus, andato in scena ieri sera al teatro Santa Giulia di Torino.

Il racconto di Argus ha attirato l’attenzione del pubblico presente - teatro tutto esaurito per l’occasione - facendolo viaggiare con la mente all’interno del manicomio Asylum (nome dello spettacolo) che, in passato, ha ospitato persone rinchiuse sia a forza, sia volontariamente. E sono proprio i personaggi che hanno popolato la struttura sanitaria a rivivere tramite l’agire del mentalista che, a ogni cartella clinica esaminata, ha associato una performance coinvolgendo direttamente il pubblico.

“Saranno d’accordo?”, è quello che vien da chiedersi vedendo Argus indovinare il nome di uno spettatore, oppure disegnare in modo identico qualcosa che non aveva mai visto o, ancora, toccare sul naso una ragazza standole a cinque metri di distanza. La risposta è “no”. Risposta non data a caso, ma provata sulla propria pelle da chi vi sta scrivendo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

  • Scontro fra tre veicoli, uno travolge un ciclista: muore sotto gli occhi della moglie

Torna su
TorinoToday è in caricamento