"Venire al mondo è un comportamento a rischio", Stefano Bruccoleri al Molo di Lilith

Riflessioni di un cicloturista pentasessuale. Stefano Bruccoleri. Inizialmente partire in bicicletta è un gran bello spostamento, diventa viaggio solo quando incontri qualcosa o qualcuno che ti scatena il desiderio irrinunciabile di essere migliore di te stesso

Stefano Bruccoleri è un cicloviaggiatore, uno scrittore, un nomade della strada, un riparatore di biciclette, un bimbo che aveva riposto i sogni sui pedali della bicicletta. E che li realizza, uno dopo l'altro, con i suoi viaggi a due ruote. L'ultimo, Torino-Brescia e ritorno, terminato pochi giorni fa, lui lo definisce "il più bello in assoluto della mia vita".

Quella tratta che per molti significa caselli autostradali e panini fattoria, per Stefano è diventata l'ennesima avventura, tradotta al volo in narrazione teatrale, sorprendente e strampalata come il quotidiano può essere, se solo cambiamo punto di vista.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Pornografia della guerra al Molo di Lilith

    • solo domani
    • Gratis
    • 22 gennaio 2020
    • Molo di Lilith
  • Spettacoli teatrali per bambini alla Casa del Quartiere Barrito

    • Gratis
    • dal 16 novembre 2019 al 14 marzo 2020
    • Casa del Quartiere Barrito
  • "Carpe Diem", al via la stagione al Teatro Superga

    • dal 24 ottobre 2019 al 14 marzo 2020
    • teatro superga

I più visti

  • Pornografia della guerra al Molo di Lilith

    • solo domani
    • Gratis
    • 22 gennaio 2020
    • Molo di Lilith
  • “Hokusai Hiroshige Hasui. Viaggio nel Giappone che cambia”, la mostra alla Pinacoteca Agnelli

    • dal 19 ottobre 2019 al 16 febbraio 2020
    • Pinacoteca Agnelli
  • Sagra paesana di San Rocco a Grugliasco: bancarelle e antichi mestieri

    • 26 gennaio 2020
    • Centro cittadino
  • I grandi paraventi giapponesi in mostra al Mao

    • dal 30 luglio 2019 al 27 luglio 2020
    • MAO Museo d’Arte Orientale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento