A giugno il Valentino capitale dell’auto, torna il Salone con tante novità

Il work in progress è d’obbligo, ma sono state svelate già alcune novità della seconda edizione. Prima fra tutte un numero maggiore di giorni di apertura e poi ci saranno molti più brand automobilistici e una sezione test-drive

Una delle Ferrari in esposizione al Salone del 2015

Era un’edizione “zero” come si suol dire, ma i numeri generati hanno convinto tutti. L’innovativo Salone dell’Auto del Parco del Valentino tornerà a giugno e lo farà con tante novità, prima fra tutte un numero maggiore di giorni di apertura - 5 contro i 4 di qualche mese fa - e poi ci saranno molti più brand automobilistici partecipanti e una sezione test-drive in cui provare direttamente le vetture. Immutata invece la formula: esposizione all’aperto e ingresso gratuito.

“Puntiamo a 500 mila visitatori nella seconda edizione”, questo l’obiettivo dichiarato da Andrea Levy, l’ideatore della manifestazione, nell’anticiparci quel che sta progettando insieme al suo team per l’edizione 2016 del Parco Valentino, Salone & Gran Premio. “Sono numeri che, se confrontati con quelli dei grandi Saloni internazionali, avvicinando a valori oggettivamente importanti per una manifestazione automobilistica su territorio italiano. Essere riusciti a riaccendere l’entusiasmo del pubblico nei confronti del mondo automotive, anche in Italia, è la nostra più grande soddisfazione”. E la soddisfazione è doppia visto che il Best Event Award ha inserito la manifestazione torinese tra i tre migliori eventi pubblici realizzati in Italia nel 2015, tutto questo dopo il premio “La bella macchina” ritirato da Levy in California per aver “riacceso la passione dei motori anche in Italia”.

Non cambieranno gli orari di apertura e chiusura dell’esposizione, sempre dalle 10 alle 24, questa volta dall’8 al 12 giugno. Le auto saranno sui piedistalli, ogni brano ne avrà da uno a quattro, non di più, in modo tale che ognuno possa avere la stessa visibilità. Immancabile anche il Gran Premio, quello che lo scorso anno aveva visto sfilare decine di auto dal Parco del Valentino fino alla Reggia di Venaria. Quest’anno non ci si è risparmiati, ma anzi si è pensato molto più in grande con un percorso di sfilata che tocca i 45 chilometri e le vettura che passeranno da corso Massimo e arriveranno sempre a Venaria, ma passando da eleganti strade cittadine e dai suggestivi tornanti della collina.

“I dati di vendita di automobili in Italia hanno registrato a settembre un cospicuo aumento - ci dice ancora Andrea Levy -, segno che l’inversione di tendenza è ormai consolidata. Parco Valentino ha creato un nuovo format nell’incontro tra pubblico e auto, tutto il Comitato organizzatore è al lavoro perché questo evento rientri tra nel calendario dei grandi appuntamenti istituzionali. L’edizione 2016 sarà per noi uno step fondamentale”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di 'Ohm '
    'Ohm '

    bene ...è obbligatorio partecipare , del resto la nostra città è la capitale dell'auto! Qualche volta facciamoci i complimenti da soli!

  • Ottimo!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Bustarella da 5mila euro per rilanciare il vecchio centro commerciale: arrestato imprenditore

  • Cronaca

    Scavi nella casa cercando il corpo di Samira, ma nessun ritrovamento

  • Incidenti stradali

    Tamponamento nel sottopasso. Caos e disagi: una bambina finisce in ospedale

  • Cronaca

    Problemi alla stufa a legna: coppia intossicata da monossido

I più letti della settimana

  • Ragazza di 15 anni si suicida nel parco: il suo corpo trovato impiccato a un albero

  • Tir sbanda ed esce dalla tangenziale rimanendo su un fianco: carico di carne si rovescia nel fosso

  • Rapina nel supermercato: banditi armati di pistola fuggono col bottino

  • La Dea Bendata "bussa" nella cittadina: vinti 2 milioni di euro con un "Gratta e vinci"

  • Intimidazioni e attentati, operazione contro la 'ndrangheta: 16 arresti

  • Manifestazione in centro città, variano il servizio alcune linee Gtt: i dettagli

Torna su
TorinoToday è in caricamento