Cherry 2015 a Pecetto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Quattro sono gli elementi stanno alla base di Cherry, il festival che si svolgerà a Pecetto tra il 21 e il 24 Maggio. La voglia di valorizzare e preservare la bellezza paesaggistica del territorio, rilanciare l'economia locale attraverso l'agricoltura puntando sul biologico, riscoprire le politiche agricole come forma di aggregazione in risposta alla crisi e fornire un ampio intrattenimento culturale su uno dei territori più belli della Collina Torinese.

Il festival, ideato da associazione Patchanka e AgriCooPecetto, con il patrocino dei comuni di Pecetto, Chieri e Riva, di Coldiretti e dell'associazione FACOLT, giunge così alla sua seconda edizione proprio in corrispondenza del centenario della redazione della prima delibera che regolamentava la vendita delle ciliegie in seguito alla quale venne istituito lo storico mercato e la tradizionale festa delle ciliegie.

Cherry è parte integrante dei festeggiamenti promossi dalla FACOLT e dal comune di Pecetto e si inserisce ampliando l'offerta di intrattenimenti culturali avendo un occhio di riguardo per una fascia di pubblico più giovane.

Dibattiti, mostre, concerti e spettacoli teatrali troveranno spazio in 4 giorni quanto mai intensi, con un numero straordinario di realtà coinvolte che saranno capaci di soddisfare gusti di un pubblico estremamente eterogeneo, per età e interessi. Durante tutta la manifestazione sarà possibile ammirare tre mostre di vario genere.

"Sukura: La fragilità" allestita da Pier Ilario Benedetto, mostra fotografica sulla bellezza dei ciliegi. "Puntini di vista" con le vignette del giovane cantautore torinese Eugenio Cesaro, e infine l'associazione Vivere presenta "I Primi Tinti in Filo".

Per un risveglio tra i colori della natura sarà possibile prendere parte a diverse attività motorie fra cui ginnastica tra i frutteti curata dall'associazione Di tutti i colori, camminate meditative grazie alla collaborazione di Pop Training, passeggiate tra i ciliegi con Cherry tour e, per godere al meglio della giornata, fatevi coinvolgere dallo yoga della risata.

Lo sport avrà un posto di rilievo anche nei pomeriggi del festival con tornei di bocce, biliardino e possibilità di cimentarsi nel curioso "colpiscilgioaninconlarco" a cura degli arcieri di Pino e del chierese. Non perdete inoltre l'occasione di pedalare insieme ai ragazzi di Montald Bike e di dilettarvi nel Wellness Walking.

Pensata per i piccoli partecipanti, sarà organizzata una passeggiata a dorso d'asinelli grazie alla collaborazione della Cascina del Mulino con l'accompagnamento del magico Cantastorie. Con Cherry press sarà possibile creare delle originali stampe su tessuti con l'utilizzo di ortaggi e altre attività manuali saranno organizzate dai gruppi scout del territorio. Non verrà dimenticata la didattica rurale, ORTIncontri organizzerà infatti laboratori di autoproduzione di ortaggi biologici per adulti e piccini attraverso il percorso "mastro ciliegia".

Anche il teatro sarà parte integrante della manifestazione: l'Accademia dei Folli presenta "Ultimo venne il gatto", spettacolo dedicato alla resistenza e allo scrittore Italo Calvino.

Segnaliamo inoltre l'intervento di LiberaPiemonte con la presentazione del libro "Loro mi cercano ancora" insieme al l'autrice Manuela Mareso, aperto dallo spettacolo "Ritratti di donna" delle ragazze dell'Artlab.

Spazio anche alll'intervento dei ragazzi di BeRevolution che ci racconteranno il loro progetto di arrivare dall'altra parte del mondo a bordo della macchina che ha scritto un pezzo di storia importante per gli italiani: la 500.

Grande protagonista del festival sarà la musica, regina delle serate e contorno di ogni momento.

Il fitto programma musicale sarà un perfetto mix tra eccellenze locali, come i Waiting , il meglio della musica indipendente torinese con i gruppi del booking "Ronzinante" e lo spettacolo musicale dei "The Cherrians". Anche le giovani band del territorio avranno il loro spazio nella manifestazione musicale Riva Rock Live in tour.

Durante la il festival sarà inoltre presente "The market" mercatino di prodotti hand-made per tutti coloro che vorranno portare con sé un ricordo.

Anche il cibo ricoprirà un ruolo centrale nei quattro giorni: un bar con street food sarà a vostra disposizione in ogni momento. Sarà allestita un'area ristoro con possibilità di consumare pasti di completi con molti prodotti a Km 0 e aperitivi accompagnati dalla musica live dei Lopko e dei Gentledogs.

Cherry si presenta quindi come un festival musicale e culturale pensato per adulti, anziani, giovani e famiglie, con la possibilità di partecipare a differenti attività ambientate in uno dei più suggestivi paesaggi della collina di Torino che guarda al Pianalto.

Non mancate, e aiutateci a ripetere il grande successo della prima edizione!

Cherry è un festival che vuole inserirsi nel piano di promozione del Chierese, un territorio in fase di valorizzazione grazie alle iniziative portate avanti da "Scrigni d'Argilla".

"Scrigni d'Argilla" è il progetto che più di ogni altro sta facendo da collante per la rete costituita da Comuni, Associazioni ed Imprese interessate a portare all'attenzione generale uno dei più interessanti angoli del Piemonte. Proprio all'interno del triangolo Chieri - Pecetto - Cambiano il lato più dolce della collina torinese incontra il piano. Qui i valori paesaggistici e storici dell'area trovano una delle loro massime espressioni: campagna e città si amalgamano e il verde della natura si unisce al rosso delle costruzioni in cotto. Campagna e città sono i due cuori del territorio che per secoli hanno sviluppato modelli economici che si sono sopraffatti vicendevolmente e che hanno trovato una sintesi odierna molto apprezzabile.

I più letti
Torna su
TorinoToday è in caricamento