La lettera più lunga a Babbo Natale: evento natalizio a Castagnole P.te

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Domenica 14 dicembre 2014 nelle strade di Castagnole Piemonte (TO) sarà srotolato un lungo striscione di 1.500 metri dove sono stampate le letterine indirizzate a Babbo Natale, scritte da 3.000 bambini di 25 scuole materne ed elementari della zona.

L'iniziativa, organizzata dall'Associazione Promozione Sport Cultura e Festeggiamenti di Castagnole Piemonte, è alla sua seconda edizione ed è a scopo di beneficenza: il ricavato ottenuto dagli sponsor sarà interamente devoluto a sostenere le scuole della zona con l'acquisto di materiali di cancelleria. L'obiettivo è di superare i risultati dell'anno scorso, quando con le 2.000 letterine ricevute dai bambini si creò uno striscione lungo 1000 metri. L'organizzazione ha bandito un concorso con la l'Istituto Superiore "A. Cravetta" di Savigliano con indirizzo Grafica e comunicazione e il modello di lettera vincitore, utilizzato per la distribuzione, appartiene a Nicolò Ghersi.

La manifestazione inizierà alle ore 14.30 in piazza Vittorio Emanuele II e sarà guidata dal calesse di Babbo Natale, che inaugurerà lo srotolamento. Il corteo sarà accompagnato dalla Banda musicale cittadina, mentre Pro Loco e Alpini locali offriranno la merenda a tutti. Le vie del centro saranno animate per tutto il giorno dalle bancarelle d'artigianato dell'associazione CreAttiva di Castagnole P.te, che inoltre proporrà ai bambini i laboratori gratuiti "Giochiamo riciclando".

L'evento coinvolge le famiglie di 12 Comuni della provincia sud di Torino e si attende una grande partecipazione popolare, in linea con quella dell'anno scorso. «Siamo davvero orgogliosi di essere i primi ad avere avuto questa eccezionale idea che contiamo di coccolarci a lungo negli anni» ha dichiarato il presidente dell'A.P.S.C.F. Paolo Carena, «specialmente vedendo la felicità dei bambini quando finalmente trovano la propria letterina sullo striscione. Li dobbiamo ringraziare uno ad uno per la loro partecipazione e il loro entusiasmo».

Torna su
TorinoToday è in caricamento