Flowers Festival 2019, venti giorni di concerti: grande attesa per Ezio Bosso

Il programma

Torna dal 27 giugno al 20 luglio nel cortile della Lavanderia a vapore nel parco della Certosa di Collegno, il Flowers Festival. "Building a new society" è Il titolo dell'edizione 2019, volta ad approfondire il tema della ricerca di nuove fondamenta per una nuova società. "Per questo - ha comunicato il direttore artistico Fabrizio Gargarone - il primo ospite a essere annunciato è stato Joan Baez, testimone di un grande movimento che ha provato a cambiare il mondo e che ha avuto tra i suoi protagonisti i principali artisti dell'epoca. Un'attività politica e sociale piuttosto che cantante".

Oltre lo spettacolo 

La rassegna, che anche quest'anno vedrà la partecipazione di ospiti di spessore nell'area attrezzata per accogliere 5mila spettatori, intende superare la sua dimensione di spettacolo e intrattenimento, provando a contribuire al dibattito sulle trasformazioni sociali che stanno attraversando tutti i settori della nostra quotidianità.

"Il fil rouge di questo festival - ha commentato l'assessore regionale ai Diritti, Monica Cerutti intervenuta alla presentazione del Festival - è l'attenzione di questo festival alla persona, all'umanità. Ed è importante in un momento come questo, in cui un ministro degli Interni, si fa  protagonista di uno spot ( "Vinci Salvini", ndr) che non avremmo voluto vedere nemmeno nei peggiori incubi. Quindi c'è bisogno di tanti linguaggi. Di uno politico diverso ma di tante altri aspetti. E arte e cultura sono uno strumento fondamentale. "

Gli ospiti 

Oltre a Joan Baez che ha fissato proprio a Collegno il 19 luglio, la sua unica e ultima esibizione italiana, a costituire un appuntamento clou del Festival, è sicuramente l'esibizione dell'11 luglio di Ezio Bosso & l'European Philarmonic Orchestra. Tra i nomi più noti Yann Tiersen l'8 luglio, Olafur Arnalds - il nuovo astro nascente del pianoforte contemporaneo - il 28 giugno e ancora la star internazionale Jack Savoretti in scena il 5 luglio, Motta il 17 luglio, il rap di Rancore il 9 e The Zen Circus il 10.  Venti giorni di concerti che si concluderanno con un party finale curato dalla Banda del Becca con i live di Ale Tubo. In apertura i The Moons.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Serata di inferno sotto la pioggia in tangenziale: due incidenti, un morto e quattro feriti

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Brutto incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, due feriti, circolazione paralizzata

Torna su
TorinoToday è in caricamento