ExillesCittà: il racconto di un borgo antico e delle sue coinvolgenti storie

ExillesCittà, riconosciuta tra le rievocazioni storiche della Regione Piemonte, racconta il momento in cui Exilles, che negli ultimi anni del XIX secolo era il borgo più popolato dell'Alta Valle di Susa, venne elevato al rango di "Città" grazie al Regio Decreto di Umberto I. E così che, tra i pettegolezzi delle lavandaie, l‘eleganza del Circolo Ufficiali e le chiacchere al salotto di Felicita, da ormai più di 10 anni ExillesCittà è una giornata di storie e di racconti, in cui il visitatore viene trasportato in atmosfere antiche e suggestive.

La XIII Edizione di ExillesCittà si aprirà con una importante novità: l'attenzione si concentrerà sulle donne, l'anima femminile che in quegli anni diede ad Exilles una dimensione di borghese eleganza cittadina. Sarà infatti Ernestina Prola Macchia, prima donna in Italia a conseguire la patente di guida, la protagonista di questo nuovo percorso, figura femminile d'eccezione per i tempi, cui la Giornalista Bruna Bertolo ha dedicato ampio spazio nel suo libro “Prime... sebben che siamo donne” e a cui sarà dedicata la posa di una targa commemorativa sull'elegante villa Liberty che porta ancor oggi il suo nome.

Oltre a lei, spiccheranno in modo particolare alcune figure femminili, exillesi e non, come l'abile Felicita, che dirigeva con accortezza l'antico Albergo della Posta in cui si diceva avesse dormito Cavour, o la spumeggiante Elisa, che, a Marsiglia, aveva conosciuto i Fratelli Lumière. Donne che, come l'affascinante Ernestina Macchia, hanno infranto gli schemi tradizionali e con il loro dinamismo e la loro intraprendenza hanno anticipato il nuovo ruolo della donna nel '900.

La giornata di domenica 16 settembre avrà inizio alle ore 9,30 con la solenne cerimonia d'apertura, accompagnata dalla Società Filarmonica di Bruzolo, proseguirà poi con la posa della targa commemorativa, l’investitura del Sindaco d’epoca, la Messa Grande e la lettura del Regio Decreto. In seguito tutto il pubblico sarà invitato all’aperitivo con vino d’onore, e si darà così il via ai festeggiamenti.

Al pomeriggio, tra i vicoli e le cour di Exilles, verranno riproposti mestieri, attività e performance che riporteranno il paese all’antica vivacità di un tempo. La Scuola di Montagna, il Salotto di Felicita, una “intervista impossibile” con l'intraprendente Ernestina Macchia, il Circolo Ufficiali, le lettere dal fronte, un vero matrimonio d'epoca, questo e molto altro ancora offrirà il paese a turisti e visitatori che parteciperanno a ExillesCittà.

Per chi volesse trascorrere l’intera giornata in paese saranno presenti diversi punti ristoro, appositamente allestiti per l'occasione, oppure sarà possibile mangiare presso uno dei ristoranti del paese o delle frazioni limitrofe (consigliabile la prenotazione). La manifestazione è organizzata dal Comitato ExillesCittà, con la collaborazione del Comune di Exilles, della Pro Loco di Exilles e dell'Associazione culturale Eigo y Cuento di Chiomonte.

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Parco Naturale del Monte San Giorgio, al via gli eventi

    • dal 15 febbraio al 28 giugno 2020
    • Monte San Giorgio
  • Carmagnola premia i narratori dell'orto italiano

    • Gratis
    • dal 1 agosto 2019 al 31 luglio 2020
  • Avigliana, concorso balconi e angoli fioriti 2020

    • dal 15 maggio al 30 settembre 2020

I più visti

  • Visite animate e gratuite a Palazzo Cisterna: il calendario del 2020

    • Gratis
    • dal 18 gennaio al 19 dicembre 2020
    • Palazzo Cisterna
  • I grandi paraventi giapponesi in mostra al Mao

    • dal 30 luglio 2019 al 27 luglio 2020
    • MAO Museo d’Arte Orientale
  • Al via la Fase 2 con #VirtuallyMoncalieri

    • Gratis
    • dal 4 maggio al 4 giugno 2020
    • Facebook e Instagram de Gli amici del Castello di Moncalieri
  • A piedi o in bici sul Sentiero Ritrovato: si parte da Chiusa San Michele

    • dal 4 maggio al 30 novembre 2020
    • Borgata Bennale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento