Dama, gallerie e artisti emergenti a Palazzo Coardi di Carpeneto

Quarta edizione di Dama che da quest’anno cambia sede spostandosi nelle sale storiche di due palazzi del centro ovvero Palazzo Coardi di Carpeneto in Via Maria Vittoria 26, di recente ristrutturazione che sarà riaperto al pubblico per l’occasione, e Palazzo Birago di Borgaro, sede della Camera di Commercio di Torino, in Via Carlo Alberto 16, a pochi minuti a piedi l’uno dall’altro.

Il progetto del 2019 punta così a migliorare e selezionare ulteriormente la proposta, per offrire alle gallerie partecipanti una maggiore cura ai dettagli mantenendo l’approccio di interazione con la storia di Torino. Undici gallerie internazionali provenienti da Australia, Belgio, Canada, Germania, Gran Bretagna, Polonia, Svizzera e Italia sono state invitate a presentare 11 artisti emergenti con opere site-specific in pieno dialogo con le sale, distribuite sui circa 500 metri quadrati caratterizzati da atmosfere barocche, soffitti con stucchi, e affreschi di Domenico Guidobono originali dell’epoca.

Il Live Programme che quest’anno prenderà forma all’interno delle sale di Palazzo Birago, è affidato alla curatela di Elise Lammer, curatrice svizzera presso SALTS a Basilea e fondatrice della piattaforma di ricerca Alpina Huus, che ha ideato il progetto di video e performance sui concetti di “potere e resilienza”. Gli artisti invitati sono: Bekim Sébastien Krivaqa, Lonely Boys, Caroline Mesquita, Adrian Piper, Dorian Sari.

Anche per questa edizione il progetto sarà sostenuto interamente dalla Compagnia di San Paolo che conferma il suo supporto a DAMA per il terzo anno insieme a Fondazione CRT per l’arte moderna e contemporanea e la collaborazione con la Camera di Commercio di Torino. Da questa edizione inoltre la Fondazione Rivoli 2 assegnerà il premio EyAR2 tramite l'acquisizione di un'opera destinata alla collezione e selezionata da un comitato composto da: Nicoletta Castellaneta, Domenico de Chirico, Umberto Di Marino, Pier Luigi Guzzetti e Giuseppe Maraniello.

Abbiamo inoltre il piacere di confermare la partnership con alcune riviste specializzate come Artuu, Artviewer, ATP diary, CURA., Exibart, My Art Guides, KubaParis e iniziare la collaborazione con Arte e Critica e Contemporary Lynx che si affiancheranno a DAMA da quest’anno e la partnership in esclusiva per il secondo anno consecutivo con la birra Asahi Super Dry.

Dama si terrà da mercoledì 30 ottobre (su invito) fino a domenica 3 novembre 2019 con i seguenti partecipanti: Arcade, London-Brussels / John Finneran; Berthold Pott, Cologne / Jens Kothe; Cassina projects, Milan / Gert & Uwe Tobias; Franz Kaka, Toronto / Laurie Kang; Galerie Main, Melbourne / Damiano Bertoli; LETO, Warsaw / Radek Szlaga; Nir Altman, Munich / Roy Mordechay; Piktogram, Warsaw / Krystian Truth Czaplicki; Philipp Pflug, Frankfurt am Main / Tobias Donat;  The Wall; Vitrine, London-Basel / Sam Porritt; Corte; Giorgio Galotti, Turin / Anders Holen.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Archeologia invisibile" al Museo Egizio

    • dal 13 marzo 2019 al 6 gennaio 2020
    • Museo Egizio
  • "Dalla Terra alla Luna", la mostra a Palazzo Madama

    • dal 19 luglio al 11 novembre 2019
    • Palazzo Madama
  • “Hokusai Hiroshige Hasui. Viaggio nel Giappone che cambia”, la mostra alla Pinacoteca Agnelli

    • dal 19 ottobre 2019 al 16 febbraio 2020
    • Pinacoteca Agnelli

I più visti

  • "Torino noir", un viaggio nell'anima oscura della città

    • dal 8 marzo al 31 dicembre 2019
    • Torino Noir
  • Torino Magica, alla scoperta della tradizione esoterica della città

    • dal 21 marzo al 31 dicembre 2019
    • Torino
  • Torino Sotterranea Tour, un itinerario emozionante

    • dal 26 luglio al 30 dicembre 2019
    • Torino
  • Escursioni d'autunno: treni storici da Torino alla Valle Tanaro

    • dal 15 settembre al 8 dicembre 2019
    • Stazione Porta Nuova
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento