"Fai bei sogni", domani a Torino il primo ciak del best seller di Massimo Gramellini

Il primo ciak sarà domani ai Four Studios di via Plava, negli ex stabilimenti di Mirafiori, all'interno dei quali è stata ricostruita la casa di Gramellini

Torino si trasforma in un set fotografico e questa volta per fare da teatro a una delle storie più amate e apprezzate dai torinesi: "Fai bei sogni", il best seller autobiografico di Massimo Gramellini. Un successo, la pubblicazione del romanzo del vicedirettore de La Stampa, rimasto in testa alle classifiche per quasi un anno. Ora, Marco Bellocchio - il regista - ne ha fatto un film.

Il primo ciak è previsto per la giornata di domani 4 maggio e il capoluogo piemontese diverrà teatro principale delle riprese, che dureranno otto settimane. E così, passeggiando per le vie del centro, non sarà difficile imbattersi in un set creato ad hoc per ospitare le interpretazioni di Valerio Mastandrea, protagonista di "Fai bei sogni", il quale - appunto - interpreta lo stesso Gramellini.

Il film è prodotto da Ibc Movie, Kavac Film, Rai Cinema e Advitam con il sostegno di Mibact, Film Commission Torino Piemonte e Fip. Se si parla di cifre, invece, il budget della pellicola ammonta a cinque milioni di euro, con una stima di ricaduta sul Piemonte di tre milioni di euro. Gli investitori sarebbero già parecchi, almeno secondo Paolo Tema, amministratore delegato di Fip.

I vari set si dispiegheranno per la Città, sia in case private che in esterna: teatri della pellicola, la Basilica di Superga, il quartiere Santa Rita e, probabilmente, anche lo stadio Olimpico, per ambientare i pomeriggi trascorsi da Gramellini a tifare Toro con il padre. Il primo ciak sarà domani ai Four Studios di via Plava, negli ex stabilimenti di Mirafiori, all'interno dei quali è stata ricostruita la casa di Gramellini.

Protagonista Valerio Mastandrea, attore romano vincitore del David di Donatello per "Gli equilibristi" e "Viva la libertà". Accanto a lui la fidanzata Elisa, rappresentata dalla star francese Berenice Bejo, premio Oscar per "The artist". A rappresentare la madre sarà Barbara Ronchi. Gramellini bambino, invece, è stato scelto tra i piccoli torinesi che hanno preso parte ai casting tenutisi a febbraio sotto la direzione di Sara Patti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento