“La Cena degli sconosciuti”: torna a Torino l'evento social vecchio stile

L'appuntamento il 28 gennaio per il format che fa incontrare intorno a un tavolo persone che si vedono per la prima volta

Immagine di repertorio

Si chiama “La Cena degli sconosciuti” e il nome del format dice tutto: ci si ritrova intorno a un tavolo per cenare e parlare con persone mai incontrate prima.

A meno di un mese da San Valentino, questo evento per single ma anche per coppie che vogliono conoscere persone nuove nell'occasione conviviale per eccellenza torna anche a Torino: dopo l'appuntamento del 13 gennaio all'Osteria Povr'Om di via Modena, il 28 gennaio è ancora aperta alle prenotazioni la cena al Ristorante Colors di via Sacchi.

Nata nel 2002 da un'idea di Roberto Dellanotte, quando ancora Facebook, Instagram e Tindr neanche esistevano, “La Cena degli sconosciuti” è un appuntamento social vecchio stile, in cui cioè ci si incontra e ci si parla faccia a faccia, anche se in 15 anni il sito internet e poi la pagina Facebook sono diventati strumenti importanti per questi eventi in cui ci si presenta in un ristorante nel giorno e all'ora stabiliti e ci si siede per mangiare ma soprattutto per chiacchierare con persone sconosciute, almeno fino al termine della cena, quando saranno sicuramente più familiari.

Per provare questo tipo di esperienza e partecipare alla Cena degli sconociuti di sabato 28 gennaio al Colors di Torino ci si deve iscrivere a questo link.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno nella notte: bruciano cataste di carta nella ditta, le ceneri volano sui balconi

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento