Best Bakery a Torino, su TV8 la sfida per scegliere la migliore pasticceria torinese

Da stasera fino a venerdì

Da lunedì 19 marzo a venerdì 23 alle 18.30 su TV8 va in onda la sfida torinese di Best Bakery, il programma televisivo nato per eleggere la migliore pasticceria d’Italia. In onda dal lunedì al venerdì sull'ottavo canale del digitale terrestre, per una settimana intera, i dolci preparati da 12 pasticcerie torinesi saranno giudicate e valutate da due guru del settore: lo spagnolo Paco Torreblanca, considerato uno dei più grandi pasticcieri al mondo, un artista e un grande innovatore, e il belga Alexandre Bourdeaux, specializzato in opere d’arte di cioccolato e consulente in pasticceria e cioccolateria in tutto il mondo, dall’Egitto, al Giappone, dagli Stati Uniti all’Inghilterra.

Il format di Best Bakery

I due maestri sono i giudici di una sfida lunga 6 settimane, che vede coinvolte 72 pasticcerie italiane selezionate in 6 città. Dopo la tappa milanese, è la volta di Torino. E, a seguire, raggiungeranno Roma, Napoli e infine a Palermo e Catania. In palio il titolo di migliore pasticceria d’Italia. Ogni settimana i due giudici visiteranno una città diversa alla ricerca della pasticceria più buona e più innovativa. In ogni città, dal lunedì al giovedì, si danno battaglia tre pasticcerie al giorno. I vincitori di ciascuna giornata si affrontano poi nella sfida del venerdì in cui viene stabilito il vincitore della città, che si qualifica per la finalissima nazionale.

La sfida quotidiana si svolge in tre round, con le categorie “La prima impressione”, “La specialità” e “Il dolce della sfida”. Nella finale del venerdì i quattro team vincitori si contenderanno il titolo di migliore pasticceria della città in due round: “La piccola pasticceria” e “La torta dei giudici”.

La sfida torinese: le 12 pasticcerie partecipanti e gli indirizzi

La seconda settimana di messa in onda di Best Bakery è dedicata a Torino con le sue mille sfaccettature. Da una parte l’anima contemporanea della città, tra modernità e slancio innovativo con la pasticceria MEDICO (via Martiri della Libertà 4 bis), fondata nel 1918, che da cent’anni propone ai suoi clienti il meglio dell’offerta dolciaria piemontese; la pasticceria DEZZUTTO (via Duchessa Jolanda 23/b) che, dal 1958, è il punto di riferimento del quartiere Cit Turin, in grado di soddisfare le esigenze dei clienti a qualsiasi ora della giornata; e la TORTERIA BERLICABARBIS (corso Moncalieri 214/D e via Catania 10) di Davide e Ariele, un locale fuori dagli schemi tradizionali.

Dall’altra la città (e la provincia) che, attraverso i pasticcieri in sfida, racconta tre storie di famiglia: da CASA FEDORA (via Asti 23) si respirano i profumi delle torte della nonna di Chiara, titolare e pasticciera del locale; nella pasticceria MISS CAKE (via Goito 17) la titolare Simona svela i segreti del mestiere imparati dalla nonna, mentre Giovanni, proprietario della pasticceria SCALENGHE (via Torino 72, Trofarello), propone i dolci piemontesi della tradizione così come faceva suo padre e suo nonno prima di lui. E ancora altri protagonisti che interpretano il gusto e lo spirito delle eccellenze del territorio in modo diverso: il cioccolato, le nocciole e la pasticceria mignon. La pasticceria SABAUDA (corso Casale 2 C), con due secoli di storia alle spalle, oggi è gestita dal giovanissimo Giorgio e dalla sua assistente Giulia; ELLIÈ (corso Casale 93 B e 96), il regno delle creazioni dolciarie in miniatura della “ciocolatessa” Elena e LA BOMBONERA (via Cibrario 23) con Andrea e Roberto, i due pasticcieri calabresi che pensano in piemontese.

E infine non mancheranno 3 rappresentanti che mostreranno il lato più seducente di Torino. Tre pasticcerie, tre modi diversi di sedurre con i dolci: è stato il cioccolato a far battere i cuori di Lorenzo e Aurica della pasticceria ZUCCARELLO (corso Francia 270, Collegno). Compagni di lavoro oltre che di vita, sono stati conquistati dalle mille sfumature del cioccolato; una brigata tutta al femminile per PASTEPARTOUT (via Cavalieri di Vittorio Veneto 28, Rivoli) di Sandra e Laura che hanno puntato sul gluten free d’eccellenza, per conquistare il palato anche di chi non può mangiare i dolci tradizionali e, infine, ORSUCCI (via Borgaro 65), un laboratorio storico, passato dalle mani del suocero a quelle del genero che sforna pasticcini piemontesi che si rinnovano ogni dieci giorni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Buonasera, sono il titolare della foto di copertina del vostro articolo, impropriamente la state utilizzando senza essere stati autorizzati, almeno avreste potuto citarci con una didascalia del tipo immagine concessa dal Ceraldi Caffè di Napoli

  • esistono buone pasticcerie a Torino!??

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Esplosione nel capannone: uomo ustionato in modo grave

  • Incidenti stradali

    Fuori strada con la bicicletta: atterrato elisoccorso, è grave in ospedale

  • Incidenti stradali

    Bimba nata dopo l'incidente: ore decisive, piccoli miglioramenti 

  • Cronaca

    La friggitrice prende fuoco, il fumo invade la pizzeria: paura clienti e personale

I più letti della settimana

  • Più 42 nuovi negozi e 600 addetti: Settimo Cielo è il parco commerciale più grande d’Italia

  • Investita da un’auto mentre attraversa la strada: donna morta

  • Investita all'ultimo mese di gravidanza: caccia al pirata della strada. Poi parto miracoloso in ospedale

  • Tragedia nell'azienda: morto un giovane ingegnere

  • Una città intera piange Mattia: aveva solamente sei anni

  • Brutto incidente in tangenziale: ragazza in ospedale, traffico paralizzato

Torna su
TorinoToday è in caricamento