La scoperta, il deposito di zio Paperone è in Piemonte

Sarebbe stata la torre di Asti ad ispirare il deposito disegnato dalla Disney

Da una torre-cassaforte di Asti Walt Disney avrebbe preso spunto per inventare il gigantesco forziere di Paperon de’ Paperoni.

Lo sostengono alcuni turisti americani supportarti da dicerie, storie e leggende. In particolare – secondo quanto rivela la proprietaria della dimora, Maria Augusta Mazzarolli alla Stampa - un giorno un gruppo di turisti americani mi hanno spiegato che Carl Barks, il fumettista disneyano che nel 1947 aveva creato il personaggio di Paperone, si era ispirato per il deposito a una torre, di epoca medievale, di proprietà di una nota famiglia di banchieri italiani, i Lombriasco. Proprio quella appartenente al complesso di Palazzo Gazzelli di Rossana. 

E così che oggi si può ritrovare, nelle strette vie della Asti medioevale, la “casa-deposito” del papero più ricco al mondo. Sempre stando al racconto della signora Mazzarolli alla Stampa alcuni di quei turisti americani avevano saputo della torre da una cartolina acquistata alla Reggia di Venaria che riproduce l’immagine della torre dei Lombriasco, banchieri del Medioevo, gli stessi che prestavano soldi ai re d’Inghilterra e che hanno dato nome a Lombard Street a Londra.

Quando nel libero Comune di Asti si batteva moneta, mercanti e banchieri svilupparono le reti del credito in tutta Europa. E proprio qui ad Asti, dove si creavano enormi ricchezze, veniva custodito parte del loro tesoro: cumuli di monete, le stesse che nell’immaginario disneyano richiamano le nuotate di zio Paperone nel cubo con il simbolo del dollaro che svetta su Paperopoli. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento