Intesa San Paolo cerca personale a Torino, ma anche in altre sedi

In alcuni casi sono previsti tirocini formativi di 6 mesi con rimborso spese, in altri viene offerto un contratto a tempo indeterminato full-time

L'interno del grattacielo Intesa San Paolo

Presso il gruppo bancario Intesa San Paolo sono aperte alcune posizioni per ruoli nella sede di Torino, ma anche in altre sedi in Italia. Intesa Sanpaolo è leader in Italia in tutti i settori di attività e offre i propri servizi a 11,1 milioni di clienti avvalendosi di una rete di oltre 4.000 sportelli presenti su tutto il territorio nazionale.

Viene offerto un tirocinio formativo della durata di 6 mesi con rimborso spese per coloro che accederanno alle seguenti posizioni: Stage Chief Financial Office - Addetto jr Segnalazioni Vigilanza e Stage Chief Risk Office - Credit Risk Analyst. I candidati lavoreranno nella sede di Torino. 

Intesa San Paolo ricerca anche esperti Chief Risk Office - Quantitative Analyst - Credit Risk per la sede di Torino. Tra i requisiti che i candidati devono avere: laurea in indirizzo matematico/ingegneristico, economico/statistico; almeno due anni di esperienza in un ruolo analogo all'interno di una Banca o Società di Consulenza; buona conoscenza di SAS Base, pacchetto Office e VBA; conoscenza di base delle tecniche di modellazione statistica ed econometrica; conoscenza della lingua inglese. 

CONTINUA A LEGGERE>>>

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • da sfruttare per bene! banche schifose

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Inseguimento per le strade di Mirafiori, fermato un 15enne alla guida di un furgone

  • Cronaca

    Troppi clienti nel locale, sequestrato il Tabata a Sestriere

  • Cronaca

    'Furto alla portiera', bloccata una banda composta da familiari

  • Cronaca

    Rubano cerchioni e pneumatici in un negozio, presi dopo poche ore

I più letti della settimana

  • Poste italiane seleziona portalettere in Piemonte, scadenza candidature il 5 marzo

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento