Crisi Italiaonline, l'azienda incontrerà Regione e Comune dopo il 19 marzo

Appendino e Chiamparino: "Siamo amareggiati"

I lavoratori di Italiaonline davanti a Palazzo Civico

I vertici di Italiaonline incontreranno Comune e Regione soltanto dal 19 marzo in avanti. Questo è ciò che i consiglieri comunali hanno appreso in sede di terza commissione Lavoro e attività produttive. L'incontro quindi non ci sarà, come si era ipotizzato, prima del 15 marzo, data in cui si riunirà il Consiglio di amministrazione della società. Sono a rischio infatti i posti di lavoro i 394 dipendenti - 104 in cassa integrazione straordinaria e i restanti 170 impiegati a rotazione - della sede torinese dell'ex Pagine Gialle che a breve potrebbe optare per un forte ridimensionamento degli uffici. 

Irritati dalla decisione dell'azienda, la sindaca Chiara Appendino e il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino:"Siamo amareggiati - fanno sapere in una nota congiunta - : il fatto che i vertici di iItaliaonline non riescano a trovare questa settimana anche solo un’ora per un incontro chiesto a tempo debito dalle due principali istituzioni piemontesi, è chiaramente un segnale di scarso rispetto, non solo per noi ma soprattutto per i lavoratori.  Ribadiamo tutte le nostre preoccupazioni sul futuro degli uffici di Torino, dei lavoratrici e dei lavoratori, preoccupazioni che l’azienda non deve ignorare”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento