Café & Patisserie gluten free diventa "Freedom" e apre un secondo locale: i dettagli

Il progetto avviato nel 2013 grazie all'intuizione di una donna celiaca

Immagine di repertorio

Mercoledì 11 settembre a Torino s'inaugura Freedom, sviluppo del marchio Café & Patisserie Gluten Free, attivo dal 2013 in via Filadelfia 113/B, per offrire al pubblico un nuovo concetto di locale gluten free, uno spazio non riservato esclusivamente a clienti celiaci, ma aperto a tutti, dove gustare cibi sani e gustosi.

Il locale

Freedom nasce dall'idea imprenditoriale di una donna, Domenica Bevilacqua, che dopo essere rimasta disoccupata ha trovato la forza di avviare una propria attività. “Ho perso il lavoro nel 2009 - racconta - e, dopo aver inutilmente cercato altre opportunità, ho avuto l'idea di aprire un locale con prodotti senza glutine, mossa dalla mia esperienza di persona celiaca; all'inizio pensavo a una rivendita, poi ho deciso di sviluppare un mio punto ristoro”. Il primo locale è stato aperto nel 2013 in via Filadelfia 113/B, nel 2015 è stato creato il laboratorio di via Gradisca, e adesso, dopo sei anni di esperienza, il marchio Café & Patisserie Gluten Free si rinnova, diventando Freedom e aprendo il secondo locale nel centro di Torino, in via Dell’Arcivescovado, 9 dove mercoledì 11 settembre si terrà l’inaugurazione a partire dalle 16 e fino alle 21.

Da Freedom si trovano in vendita prodotti di pasticceria e il locale propone a pranzo verdure, toast, focacce, pizze, hamburger e torte salate.  “Siamo partiti - spiega la titolare Domenica Bevilacqua - da un problema, la celiachia, e dai prodotti senza glutine, ma abbiamo sempre pensato a uno spazio aperto a tutti, per gustare in compagnia cibi sani, naturali e gustosi. Freedom è la condivisione di uno stile di vita in armonia con se stessi e con gli altri. Il locale di via Arcivescovado 9 interpreta questa visione a partire dai materiali: marmo, rame e vetro, con un richiamo immediato alla Terra. Il rispetto per le risorse del nostro pianeta si manifesta anche nella volontà di diventare “plastic free”: è un percorso graduale che si concretizza nell'utilizzo di imballaggi in carta e cartone riciclati e di contenitori per il cibo biodegradabili".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento