Fnac sfrattata da via Roma, al suo posto Bershka o Pull and Bear

Entro il 30 giugno il locale di via Roma che per anni ha ospitato lo store dovrà essere liberato. A dirlo è una sentenza di sfratto esecutivo. La location, a due passi da piazza Castello, fa gola a molti marchi

Non c'è pace per i dipendenti Fnac di Torino. Dopo la chiusura dello store di due piani presente da anni al centro commerciale Le Gru, ora ha i giorni contati anche il negozio di via Roma. C'è una sentenza di sfratto esecutivo che il prossimo 30 giugno diventerà realtà e per la nota società francese, controllata da Orlando Italy Management in Italia, sarà un addio al capoluogo piemontese.

Ricostruiamo gli ultimi mesi andando con ordine. Fino ad inizio 2013 Fnac era presente a Torino con due negozi, uno a Le Gru e uno in pieno centro. A cavallo tra il 2012 e il 2013, per riuscire a mantenere i sette negozi italiani aperti, la società francese aveva ceduto il controllo degli stessi alla stessa società che c'è dietro Trony. Ma a metà febbraio arriva la prima doccia fredda per i lavoratori con la chiusura nel centro commerciale. Una scelta messa in pratica anche in altre città italiane per "minimizzare i costi". Poco peggio per gli altri dipendenti di via Roma, i quali si erano visti sì salvare il posto di lavoro, ma con tanti punti interrogativi e con una nuova strategia di vendita, volta più a privilegiare lo "shop in shop" e meno la "vendita a dettaglio".

Le nuove logiche però non hanno funzionato. Già prima dell'arrivo della Orlando Italy Management pendeva sul locale di via Roma una richiesta di sfratto da parte della Albama di Grosseto. Il tentativo di mediare è servito a poco e ieri è arrivata la sentenza del giudice. Entro la fine del mese di giugno il civico numero 56 di via Roma dovrà essere sgomberato.

Che ne sarà dei circa cinquanta lavoratori? Bella domanda, a cui ancora nessuno sa dare risposta. Delle vicende passate della Fnac si era già occupata l'assessore regionale al Lavoro Claudia Porchietto, ma oggi - anche per via delle elezioni appena passate e del tempo che serve per formare la squadra del governo regionale - sembra essere più il Comune di Torino ad occuparsi della patata bollente. In primis si punta alla cassa integrazione.

Una volta che Fnac chiuderà i battenti, in via Roma potrebbe nascere un nuovo punto vendita di abbigliamento. I marchi che potrebbero essere interessati ad avere un negozio a due passi da piazza Castello sono Bershka e Pull and Bear che, ironia della sorte, sono entrambi presenti - e Bershka da pochissimo - all'interno del centro commerciale Le Gru.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tenta di gettarsi nel fiume per evitare l'arresto: in casa, la droga era pure nella caffettiera

  • Cronaca

    Gomme lisce e fanali rotti, ma la revisione passava sempre: denunciato un carrozziere

  • Incidenti stradali

    Giornata d'inferno in tangenziale: tre persone ferite, code e traffico in tilt

  • Cronaca

    Bomba carta per far esplodere l'auto della ex: ecco la "vendetta" dell'ultras del Toro

I più letti della settimana

  • Scontro frontale tra auto e moto: il centauro è morto

  • Incendio in una carrozzeria: colonna di fumo nero si alza sulla città

  • Folgorato mentre ripara la macchina del caffè nel ristorante: morto

  • Suicidio negli uffici comunali: dipendente si getta dal terzo piano

  • Scomparso da venerdì: uomo trovato morto nel fiume

  • Prodotti mal conservati, chiusa la macelleria del Mercato Centrale

Torna su
TorinoToday è in caricamento