Lear e Regione si incontrano. "Nessun accordo sugli esuberi"

Dopo l'incontro interlocutorio di questa mattina, la Regione Piemonte e la Lear si rivedranno il prossimo 11 aprile. All'orizzonte ci sono almeno ancora 140 esuberi, anche se i sindacati temono siano molti di più

Stabilimento della Lear in corso Allamano a Grugliasco

La Regione Piemonte e la Lear si sono incontrati per parlare della situazione esuberi dell'azienda. I sindacati hanno parlato di 460 esuberi al fronte di 560 dipendenti dello stabilimento di Grugliasco. I termini per la procedura di mobilità scadono il 20 aprile e da Natale fino ad oggi - spiega Vittorio De Martino della Fiom - con l'incentivo di 35.000 euro offerto dall'azienda sono usciti 142 lavoratori.

Secondo l'azienda di sedili per auto quando la produzione della Fiat a Mirafiori ripartirà, ci sarà bisogno di metà dell'organico attuale. Gli esuberi sarebbero quindi in tutto 280 e dovrebbero uscire ancora 140 lavoratori. Un'agenzia di outplacement, a cui si è rivolta la Lear, cercherà di individuare altri dipendenti interessati a lasciare l'azienda in modo volontario.

Il prossimo incontro è stato fissato per l'11 aprile prossimo. "La Fiom - dice De Martino - non accetta i licenziamenti. C'é una situazione di crisi devastante che nella zona interessa anche Sandretto e De Tomaso. Si anticipano i contenuti della riforma Fornero". (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento