La De Tomaso interessa ai cinesi, nei prossimi 15 giorni l'offerta

Si fa avanti un gruppo cinese per la De Tomaso. Il prossimo 4 gennaio scadrà la cassa integrazione per i lavoratori quindi è interesse di tutte le parti in causa accelerare i tempi. In meno di due settimane potrebbe concretizzarsi una proposta

I prossimi quindici giorni saranno vissuti con grande speranza da parte dei lavoratori della De Tomaso di Grugliasco. Pare infatti che i cinesi del gruppo Ming-Jun Auto Industry siano interessati a quello che resta della storica casa automobilistica torinese caduta ormai da tempo in disgrazia.

Si faceva riferimento alle prossime due settimane: in questo lasso di tempo il gruppo orientale dovrebbe, secondo alcune indiscrezioni, formulare ufficialmente un'offerta di acquisto. Quest'ultima però è subordinata ad alcune informazioni maggiori che i possibili investitori stanno reperendo, tra cui la situazione del marchio De Tomaso, e gli eventuali debiti da dover coprire a proprie spese.

Argomento da approfondire è anche quello che riguarda la cassa integrazione che, per come stanno ora le cose, scadrà il prossimo 4 gennaio.

Nella giornata di ieri c'è stato un incontro tra i legali del gruppo torinese e il curatore fallimentare della De Tomaso Enrico Stasi. Sarà lui a dover dare alcune risposte al gruppo cinese per poter far sì che l'offerta si realizzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus a Torino e in Piemonte, scuole chiuse e tende da campo davanti agli ospedali

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento