L'acciaieria Beltrame è in crisi. A rischio lo stabilimento in Val Susa

Stato di agitazione tra i circa 500 lavoratori dell'acciaieria Beltrame di San Didero. Non sono arrivate notizie positive dall'incontro con l'azienda, am anzi è venuto fuori un quadro molto negativo

I lavoratori dell'acciaieria Beltrame temono sempre di più per il futuro della propria azienda. Non sono arrivate notizie positive dall'incontro a Vicenza tra i sindacati e l'azienda.

"Siamo fortemente preoccupati per il futuro dello stabilimento di San Didero - sottolinea Vincenzo Pepe, della segreteria Uilm di Torino -. Oggi in Val Susa terremo le assemblee con i lavoratori per decidere le modalità degli scioperi in attesa del nuovo incontro fissato per il 15 marzo". Sono circa 500 le persone che lavorano per l'acciaieria Beltrame nello stabilimento in Val Susa. Ora, visto il momento di crisi e il calo continuo degli ordini, temono che questo possa essere chiuso.

La proprietà ha illustrato la situazione ai sindacati. Il quadro che ne è uscito fuori è "molto negativo sia dal punto di vista economico che produttivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento