De Tomaso: altri quattro mesi di speranza per il futuro di quasi mille lavoratori

La cassa integrazione è stata prorogata fino al prossimo 31 dicembre. In questo periodo dovranno essere valutate le due offerte arrivate per l'acquisizione della De Tomaso. Fiom: "Siamo però all'ultima proroga possibile della cassa"

Proroga della cassa integrazione richiesta e arrivata per altri 4 mesi. I 943 lavoratori della De Tomaso - 816 di Grugliasco e 127 di Livorno - tornano a sperare per il loro futuro occupazionale.

Nell'incontro che si è svolto a Roma al Ministero del Lavoro sull'attuale situazione è stato concordato un ulteriore periodo di cassa integrazione straordinaria, che durerà fino al prossimo 31 dicembre 2014. L'approvazione di tale periodo è arrivata per consentire di prendere atto e valutare le due nuove manifestazioni di interesse giunte in questi giorni per la De Tomaso.

"Il dato positivo è che siamo di fronte a un provvedimento che tutela per altri quattro mesi il salario dei lavoratori - commenta Vittorio De Martino, segretario regionale Fiom-Cgil -. Siamo però all'ultima proroga possibile della cassa ed è chiarissimo che la risoluzione del problema passerà attraverso la definizione di un nuovo piano industriale per la ricollocazione dei lavoratori: Governo, Ministeri e Regioni devono assolutamente mettere nella condizione gli eventuali investitori di costruire un piano che risolva il problema occupazionale". Per il segretario della Fiom-Cgil la situazione della De Tomaso è emblematica delle difficoltà del Piemonte perché "senza investimenti si rischia un futuro di disoccupazione per migliaia di lavoratori".

In attesa che le proposte di acquisto vengano attentamente valutate, questa mattina i lavoratori si ritroveranno davanti allo stabilimento a partire dalle 9.30 per un'assemblea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus a Torino e in Piemonte, scuole chiuse e tende da campo davanti agli ospedali

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento