Da polo produttivo a centro logistico: previsti oltre cento esuberi per il noto stabilimento

Investimenti per 20 milioni di euro

Il sito Cnh Industrial di San Mauro

Da polo produttivo a centro logistico di nuova generazione. Sarà questo il futuro dello stabilimento "Cnh industrial" di strada di Settimo 323 a San Mauro, dopo la riorganizzazione degli stabilimenti italiani decisa negli ultimi mesi dal gruppo Fiat che produce macchine agricole, macchine per il ramo edile ma anche veicoli commerciali e industriali, mezzi speciali e autobus.

Nell'aprile del prossimo anno, Cnh porrà fine alla produzione, dando avvio a 15 mesi di cassa integrazione propedeutici alla riorganizzazione del sito, nel quale saranno investiti 20 milioni di euro. 

Previsti un centinaio di esuberi.

“Ancora una volta il nostro territorio perde un’opportunità di occupazione stabile e di qualità. Capiamo lo sforzo dell'azienda di contenere l'impatto sociale riconvertendo e movimentando le produzioni, ma rigettiamo la volontà di dismettere l'attività produttiva e di dichiarare 120 esuberi. È positivo che Confindustria chieda al Governo di istituire a Torino la cabina di regia sull’elettrificazione dell’automotive, ma il ragionamento sul futuro industriale di questo territorio non può prescindere da realtà importanti e radicate come Fca, CnhI e tutto l’indotto del settore metalmeccanico”, commenta Dario Basso, segretario Uilm di Torino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento