All'aeroporto un nuovo volo per Casablanca e una sala per il culto islamico

Un nuovo volo collegherà l'aeroporto Sandro Pertini di Caselle con Casablanca. I voli partiranno dal 27 ottobre

Una sala per il culto islamico sarà allestita all'aeroporto Sandro Pertini di Caselle. A comunicare le intenzioni di aprire lo scalo anche alla preghiera musulmana, Roberto Barbieri, amministartore delegato di Sagat, la società che gestisce l'aeroporto nell'ambito della presentazione del nuovo volo che collegherà Torino a Casablanca, in Marocco. Il nuovo collegamento - operativo dal 27 ottobre - sarà effettuato con frequenze settimanali, il martedì, il giovedì e il sabato: da Torino alle ore 11.40 e da Casablanca alle ore 6.55.

Alla base delle scelte effettuate dalla Sagat, i flussi sempre più consistenti di persone che decidono di recarsi in Marocco: la comunità marocchina presente in Piemonte è tra le più numerose d’Italia, con oltre 60mila cittadini residenti, circa la metà nella sola provincia di Torino. “Sono soddisfatto che la compagnia di bandiera marocchina abbia scelto di collegare Torino con Casablanca, non solo perché la seconda comunità straniera in Piemonte potrà servirsi di voli diretti con il proprio paese di origine - ha detto Roberto Barbieri - ma anche perché aggiungiamo un importante hub al nostro network, aprendo un nuovo ventaglio di collegamenti internazionali per tutti coloro che da Torino devono viaggiare per motivi di business con un elevato standard di servizio".

Da qui anche l'intenzione di aprire un sala per il culto islamico all'aeroporto di Caselle, approvata, peraltro, dal sindaco di Torino Piero Fassino secondo cui, data la consistente comunità musulmana presente in città, "è giusto offrire questa possibilità come già fatto in tutti i grandi scali internazionali". La sala per la preghiera islamica non sarebbe l'unico luogo di culto all'interno dell'aeroporto di Caselle: è stata, infatti, di recente aperta anche una cappella per il culto cattolico.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (16)

  • come si fa a dire ad un politico cretino che è cretino, quando la sua stupidità gli impedisce di valutare la propria idiozia?

  • Avatar anonimo di 'Ohm '
    'Ohm '

    E perchè non pensare anche agli indiani e agli ebrei e ai mongoli e ai cinesi e ai mormoni e ai testimoni di geova e agli evangelisti ...anche loro osseravno la loro religione ...perchè loro non possono raccogliersi in preghiera? I mussulmani sono privilegiati ?

  • Avatar anonimo di 'Ohm '
    'Ohm '

    Ma a casblanca c'è una Chiesa per me, quando atterro? Rispondo io .....NO NON C'E'......è e allora perchè io devo fare un luogo di culto A CASA MIA a gente che non gliene frega niente di me quando vado a casa loro?

  • Fagnanfassino non smette mai di meravigliarci. Che prurito alle mani leggendo questo articolo.

  • Il fatto che nella maggior parte degli aeroporti europei ci siano sale di culto non significa che sia una cosa giusta. In aeroporto si va per prendere un aereo non per pregare. Si prega nei luoghi idonei che non sono sicuramente gli aeroporti.

  • In buona parte degli aeroporti europei, seri, esistono le sale culto dove ciascuno può recarsi a pregare, indipendentemente dal credo religioso.

  • Scusate: Ma la comunita Giapponese e' di fede Shintoista perché non c'e' un Santuario Shinto o almeno un Tori? E per i buddisti non c'e' un Tempio? E per gli Induisti non e' previsto nulla? E per chi segue scientology o e' fedele dei rettiliani?

  • Con questo sindaco stiamo toccando il fondo. Sta vendendo la città agli islamici per assicurare il bagaglio elettorale dei prossimi anni al PD. Mai visto nulla di più schifoso. Un aeroporto è il posto meno adatto per creare un luogo di culto. Un popolo che mette al primo posto la religione e non i diritti dell uomo mi fa paura. Fassino andrebbe mandato in marocco con tutti i suoi fratelli islamici e poi vediamo se tanto ama questa razza di intolleranti.

  • Mai termine di abbreviazione fu più azzeccato, come in questo caso: CUL-TO! A buon intenditor . . .

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Fuga a tutta velocità e in parte contromano a bordo del furgone rubato: un arrestato

  • Attualità

    Il primo palazzo in legno in costruzione a Torino: ecco dove

  • WeekEnd

    Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni il 17 e 18 novembre

  • Cronaca

    Targhe vere dentro l’abitacolo, quelle false applicate all’auto: conducente denunciato

I più letti della settimana

  • La rotonda è un delirio, traffico bloccato in gran parte della città

  • Pasticceri e pasticcerie migliori di Torino, i premi del Gambero Rosso

  • Sciopero di 24 ore dei mezzi pubblici, disagi in città: le informazioni utili

  • Scontro frontale sulla provinciale: due auto distrutte, morto uno dei conducenti

  • Cadavere di un ragazzino vicino ai binari: bloccata la ferrovia

  • Addio a Cosimo il panettiere: un grande lavoratore che lascia moglie e due figli

Torna su
TorinoToday è in caricamento