Caselle, da Natale al via un nuovo collegamento verso Cagliari

Dal 18 dicembre i turisti torinesi potranno volare alla volta di Cagliari a frequenza giornaliera. Da gennaio i voli saranno operati il lunedì e il sabato

Nuovo volo per i cittadini torinesi diretti a Cagliari. Dal 18 dicembre la compagnia aerea low cost Volotea opererà un nuovo e importante collegamento dall'aeroporto Pertini di Caselle al capoluogo della Sardegna, collegamento che si va ad aggiungere alle tratte già operate dal vettore verso Olbia e Palermo. Il volo verrà effettuato con frequenza giornaliera per tutto il periodo natalizio, mentre dall'11 gennaio 2016 sarà possibile decollare per la Sardegna ogni lunedì e ogni sabato. 

"Siamo molto felici di poter annunciare questa nuova rotta da Torino - afferma Valeria Rebasti, Commercial Manager di Volotea in Italia -. Dopo gli ottimi risultati registrati con le tratte verso Olbia e Palermo, abbiamo deciso di proporre ai nostri passeggeri torinesi un nuovo collegamento per Cagliari, una delle città più belle del Mediterraneo con un patrimonio storico, culturale ed enogastronomico di altissimo valore. Inoltre, siamo certi che i nostri voli contribuiranno a incrementare anche turismo incoming verso il capoluogo piemontese, rafforzando così l'economia locale".

Il vettore ha di recente festeggiato il traguardo dei 6 milioni di passeggeri trasportati in Europa ed entro la fine del 2015, stima di trasportare 2,5 milioni di passeggeri in Europa (vs. 1.746.000 del 2014). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Sedato sull'ambulanza, si soffoca col vomito e poi muore in ospedale: inchiesta aperta

Torna su
TorinoToday è in caricamento