Maltempo sul Torinese, due voli dirottati a causa di fulmini e forte vento 

Immagine di repertorio

Disagi e ritardi per i passeggeri in arrivo all’aeroporto di Torino Caselle nella serata di martedì 9 luglio. Il maltempo che si è abbattuto sull’aeroporto “Sandro Pertini” è stato anche la causa del dirottamento di due voli su altri scali.

A preoccupare sono stati soprattutto il forte vento e i numerosi fulmini che hanno colpito la zona aeroportuale.

Voli dirottati

L’aereo del volo Ryanair in arrivo da Brindisi è stato fatto atterrare all’aeroporto “Cristoforo Colombo” di Genova, mentre quello del volo KLM proveniente da Amsterdam è atterrato a Milano Malpensa.

I passeggeri hanno poi proseguito il viaggio verso Torino a bordo di pullman. Gli aerei sono tornati in un secondo momento allo scalo torinese per essere pronti per fare il volo Torino-Brindisi e il volo Torino-Amsterdam di oggi, mercoledì 10 luglio.

Si tratta di ordinarie operazioni che capitano in caso di maltempo e nella giornata di ieri sono stati diversi, in orari differenti, “gli scambi” di voli con altri aeroporti, soprattutto con Genova e Malpensa. Talvolta gli scambi avvengono anche con Nizza o Pisa.

Nel pomeriggio di ieri, ad esempio, due voli che dovevano atterrare a Genova sono stati dirottati a causa del maltempo che si è abbattuto in città. In particolare, il volo in arrivo da Londra è atterrato a Torino, mentre quello da Kiev a Pisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

  • Abbandona un sacco lungo la strada: “pizzicato” dalle telecamere e sanzionato dai vigili

Torna su
TorinoToday è in caricamento