Violenza sessuale in famiglia: padre e convivente arrestati

Un uomo denunciato per stalking

Immagine di repertorio

Due arresti per violenza sessuale e una denuncia per stalking alla vigilia del giorno della festa della donne rappresentano un segnale di quanto, nella nostra società, ci sia ancora molto da fare per la tutela delle persone più deboli.

Sono stati portati nel carcere di Torino, dai carabinieri di San Damiano d’Asti e Castelnuovo Don Bosco, due uomini entrambi responsabili di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia. 

Nel primo caso un 57enne di Cisterna d’Asti è stato tratto in arresto in esecuzione di Ordine di Esecuzione Penale emesso dalla Procura della Repubblica di Asti a seguito di sentenza definitiva. Il pregiudicato, recidivo per la medesima tipologia di reato, deve scontare la pena di 5 anni e 1 mese di reclusione per episodi di violenza sessuale nei confronti della figlia minorenne, avvenuti tra il 2011 e il 2012, emersi grazie alle indagini svolte dai carabinieri.

A Pino d’Asti un moldavo 41enne, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari, è stato tratto in arresto su Ordinanza di aggravamento della misura cautelare, disposta dal Tribunale di Savona, per pericolo di reiterazione del reato. Il pregiudicato aveva abusato della convivente con la quale abitava a Sassello (SV), procurandole anche gravi lesioni; eranno stati i militari della locale Stazione Carabinieri ad accertare la commissione dei reati contestati.

Non accetta la fine della relazione: denunciato stalker 

A gennaio 2015, appena finita la relazione sentimentale che lo legava a una donna di Nizza Monferrato, un astigiano aveva provato in ogni modo a recuperare il rapporto con la ex compagna. Ben presto però le attenzioni dell’impiegato 39enne sono diventate insopportabili e per la donna è iniziata una vita da incubo. Appostamenti sul luogo di lavoro, sotto casa e fuori dalla palestra, telefonate e messaggi ad ogni ora della giornata, erano diventate una quotidiana ossessione per la vittima che, solo dopo molto tempo, decideva di rivolgersi ai carabinieri della Stazione di Nizza Monferrato. Al termine delle attività d’indagine i militari, raccolte le prove che attestano il calvario subito dalla donna, hanno denunciato lo stalker per il reato di atti persecutori e molestie.   
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Stanco stanco
    Stanco stanco

    troppo buono Gabriele. per quale motivo dobbiamo dare un tetto e un vitto a queste due merd@cce? bisogna metterli seduti nudi su un palo ben lubrificato e lasciarli agonizzare.

  • Ma buttate le chiavi nel mare devono marcire in cella

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Esce per le compere e viene uccisa: il suo cadavere trovato nei giardini della chiesa

  • Cronaca

    Ridotta in schiavitù e costretta a mettere il velo: scappa e fa arrestare il suo compagno

  • Cronaca

    Colpi di fucile contro la pizzeria chiusa: era per costringere la titolare a vendere, un arresto

  • Video

    È arrivata la neve: timidi fiocchi imbiancano la città

I più letti della settimana

  • Follia in centro città: ferito un uomo con tre colpi d'accetta, aggressore in fuga

  • Spari in piazza: rapinato un furgone portavalori, ferita una guardia giurata

  • Nuvole su Torino, è attesa la neve

  • Doppio incidente nella notte: auto impazzita travolge tre persone, ferito gravemente il conducente

  • "Costretta ad assistere ai rapporti sessuali della mamma": donna e suo amante a processo

  • Giornata di passione per il trasporto pubblico: quattro ore di sciopero

Torna su
TorinoToday è in caricamento