Con lo smartphone vede i ladri sul pianerottolo, dalla vacanza una donna avvisa la polizia

I malviventi, entrambi 27enni, si sono accorti tardi del dispositivo di videosorveglianza installato sulla porta di casa

Una donna, grazie al sistema di videosorveglianza istallato sul pianerottolo della sua abitazione e direttamente collegato al suo telefono cellulare, è riuscita a far evitare il furto.

La vittima era in vacanza quando ha notato la presenza di due sconosciuti e ha lanciato l’allarme. Mentre uno dei due ispezionava la porta d’ingresso dell’appartamento, l’altro faceva da palo restando appostato sulla rampa delle scale. Appena notata la telecamera, quello più vicino all’ingresso ha provato a nascondersi il volto con il braccio e ha allertato il complice.

Fallito il tentativo i due ladri, entrambi georgiani del 1989, si sono dati alla fuga, ma sono stati intercettati dagli agenti della squadra volante in via Tripoli e denunciati per il reato di violazione di domicilio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dai successivi accertamenti, a carico di uno dei due, sotto un altro nome, è emerso un ordine di carcerazione emesso dal Nucleo Operativo dei Carabinieri di Torino. L’uomo, responsabile del reato di furto, è stato arrestato dai poliziotti e dovrà scontare la pena di 3 anni, 1 mese e 15 giorni di reclusione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Scontro tra moto e auto all'incrocio: militare dell'esercito morto sul colpo

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

  • Allarme all'ora di pranzo: auto dei carabinieri finisce contro un negozio

Torna su
TorinoToday è in caricamento