In fiamme i boschi del Gran Paradiso, è la seconda volta in tre giorni

Arrivato anche un canadair da Ciampino. Sta caricando acqua dal lago di Viverone. Rogo probabilmente doloso

L'incendio in corso (foto del Comune di Vallprato Soana)

Ancora a fuoco i boschi del parco nazionale del Gran Paradiso.

Le fiamme, stamattina, giovedì 8 settembre, sono divampate tra il vallone di Campiglia e quello di Piamprato, dove un incendio boschivo era già divampato lo scorso martedì pomeriggio.

La situazione, però, appare più grave.

Per spegnere l'incendio è intervenuto anche un canadair partito dalla base di Roma Ciampino, che ha caricato più volte acqua nel lago di Viverone.

Il velivolo sta lanciando anche del liquido ritardante per arrestare definitivamente il fronte delle fiamme.

A terra stanno invece operando i volontari dell'Aib di Pont Canavese; sul posto anche il personale del Parco nazionale del Gran Paradiso.

Sulle cause del rogo, che comunque è rimasto distante dalle abitazioni, indaga il corpo forestale dello Stato.

Molto probabilmente, vista la recidiva dopo neanche due giorni, si tratta di un incendio doloso. 

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

  • La mentuccia, l'erba aromatica buona e salutare

  • Il Barbecue perfetto:  6 regole fondamentali

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Tragedia nella notte: ucciso un uomo dopo un violento litigio

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

  • Accende il gas per preparare il caffé e la cucina esplode: ustionata una torinese

Torna su
TorinoToday è in caricamento