In fiamme i boschi del Gran Paradiso, è la seconda volta in tre giorni

Arrivato anche un canadair da Ciampino. Sta caricando acqua dal lago di Viverone. Rogo probabilmente doloso

L'incendio in corso (foto del Comune di Vallprato Soana)

Ancora a fuoco i boschi del parco nazionale del Gran Paradiso.

Le fiamme, stamattina, giovedì 8 settembre, sono divampate tra il vallone di Campiglia e quello di Piamprato, dove un incendio boschivo era già divampato lo scorso martedì pomeriggio.

La situazione, però, appare più grave.

Per spegnere l'incendio è intervenuto anche un canadair partito dalla base di Roma Ciampino, che ha caricato più volte acqua nel lago di Viverone.

Il velivolo sta lanciando anche del liquido ritardante per arrestare definitivamente il fronte delle fiamme.

A terra stanno invece operando i volontari dell'Aib di Pont Canavese; sul posto anche il personale del Parco nazionale del Gran Paradiso.

Sulle cause del rogo, che comunque è rimasto distante dalle abitazioni, indaga il corpo forestale dello Stato.

Molto probabilmente, vista la recidiva dopo neanche due giorni, si tratta di un incendio doloso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

  • Abbandona un sacco lungo la strada: “pizzicato” dalle telecamere e sanzionato dai vigili

Torna su
TorinoToday è in caricamento