Sequestrato un centinaio di uova di Pasqua in un discount, le sorprese erano “insicure”

Le uova, vendute ad un pezzo che oscillava dai 5 ai 7 euro, sono state individuate in un negozio del Pinerolese

Le uova sequestrate

Le sorprese contenute nelle uova sequestrate non solo non erano adatte ai bambini di età inferiore ai tre anni, ma non riportavano sulla confezione esterna le dovute avvertenze circa la pericolosità dei gadget. 

La Guardia di Finanza di Torino ha fatto la scoperta all’interno di un discount del Pinerolese gestito da un italiano.

Le uova, vendute ad un pezzo che oscillava dai 5 ai 7 euro, sono state sequestrate poiché contenevano sorprese sprovviste delle necessarie informazioni sulla provenienza, i dati dell’importatore e quindi non garantivano l’assenza di materiale o sostanze pericolose, il tutto con evidenti rischi per la sicurezza degli ignari compratori.

Sono in corso gli opportuni accertamenti per verificare se i materiali utilizzati per la fabbricazione delle sorprese non siano pericolosi a causa delle sostanze nocive eventualmente in esse contenute che, al contatto con la pelle dei bambini, potrebbero scatenare allergie anche gravi.  
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Auto si schianta contro un muro: donna morta sul colpo

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

  • Incidente di cantiere: autostrada chiusa in un senso, previsione riapertura in 48-72 ore

Torna su
TorinoToday è in caricamento